Montallegro: Sindaco Cirillo “Subito al lavoro per recuperare il terreno perso”

35

Lunedì notte c’erano ancorai festeggiamenti per la sua elezione quando il neo sindaco confermava i suoi impegni prioritari per la cittadina. “Bisogna rimboccarsi le maniche subito, mettersi al lavoro per recuperare il terreno perso – diceva Giovanni Cirillo – le prime tre priorità sono: l’impegno per la salute e la tutela dell’ambiente, combattendo contro l’insediamento dell’impianto per la trasformazione della frazione umida dei rifiuti a pochi passi dal paese, la realizzazione dei parcheggi estivi nella località di Bovo Marina in parte disertata dai visitatori l’estate scorsa e il ripristino dell’associazione della protezione civile comunale utile per la collettività”.

Il nuovo consiglio comunale rinnovato è composto da 10 rappresentanti, sette della maggioranza sindaco Cirillo, e tre della minoranza candidato sindaco Iatì. Questi i consiglieri con i voti di preferenza ottenuti: Bonifacio Vincenzo 226, Cinquemani Giuseppe 155, Cuffaro Alida 272, Garufo Simona 172, Ingraudo Anna 179, Scalia Massimiliano 162, Panarisi Giovanni Angelo 303, Di Mora Girolamo 129, Galvano Dario 171, Piazza Anna Maria 146.

Hanno votato nelle quattro sezioni 1.717 elettori, ma lo scrutinio iniziale ha mostrato dalle prime battute la possibile vittoria finale di Cirillo che ha raccolto complessivamente 454 voti in più del concorrente Iatì. Tutti e due erano dei politici navigati, il primo consigliere nelle ultime sindacature e il secondo primo cittadino tra il 1997 e il 2002. Montallegro negli ultimi sette mesi è stato governato dal commissario straordinario regionale Raffaele Zappia che si è impegnato a coprire alcuni tra i tanti buchi lasciati irrisolti dalle precedenti amministrazioni comunali

Il neo sindaco Cirillo aveva designato all’atto della presentazione delle liste due assessori: Giuseppe Cinquemani e Massimiliano Scalia, eletti entrambi consiglieri comunali. Nella prima seduta del civico consesso indicherà gli altri due nominativi e assegnerà le deleghe assessoriali.