Ribera: Covid Hospital quasi al completo

131

. L’ondata di pandemia da covid, che ha fatto scattare l’allarme in tutta la provincia dove si registrano un aumento quotidiano di casi, rischia di mandare in tilt l’ospedale covid provinciale “Fratelli Parlapiano” di Ribera dove i posti letto generici e di terapia subintensiva sono al completo. I dati diffusi dall’Azienda Sanitaria di Agrigento, alla data di domenica, sono chiari. Sono occupati ad oggi 18 posti letto generici e del reparto sub intensivo e sono 4 i pazienti che si ritrovano nell’area di terapia intensiva al primo piano del nosocomio della circonvallazione.
E’ stato registrato “l’en plein” a causa dell’arrivo a Ribera di alcuni pazienti provenienti da diversi centri della provincia, ma soprattutto per via dell’aumento di positivi, con sintomatologia varia, registrato nella vicina Caltabellotta dove il numero dei covid ha raggiunto il numero di 79 unità. Per fortuna, soltanto sei cittadini del centro montano hanno avuto bisogno di cure urgenti nell’ospedale. Per tutti gli altri non c’è stato bisogno del ricovero. Sono in trattamento altri tamponi molecolari.
Non è stato confermato dall’Asp di Agrigento, ma pare che qualche paziente positivo sia stato già ricoverato in altri ospedali extraprovinciali, abilitati alle cure e con posti disponibili, come quello di Caltanissetta. La situazione sanitaria oggi non è delle migliori perché si teme che la recrudescenza del virus, operante in diversi centri della provincia, possa mettere in difficoltà gli ospedali e i suoi operatori.
Per i soggetti meno gravi, per i quali non è richiesta l’ospedalizzazione, la soluzione potrebbe venire dalle strutture lowcare che potrebbero ospitare i pazienti come è avvenuto con l’hotel covid di Sciacca dove si trovano da giorni quattro cittadini. Altre due strutture sono localizzate, ma senza alcun paziente, a Ribera e a Canicattì dove vi sono due punti di accoglienza, istituiti nella scorsa primavera, ma poco operativi per mancata necessità.