Sciacca: Due studentesse liceali, Carlino e Palmeri, progettano ambienti per vivere sulla luna

39

Quando la passione per la scienza, la tecnologia, la conoscenza si incontrano con la
curiosità e l’amore per lo studio e l’esplorazione, nasce l’entusiasmo per fare ricerca
e progettazione. Questo è ciò che ha entusiasmato due alunne del Liceo Scientifico
E. Fermi di Sciacca.
Letizia Maria Carlino, alunna della 3°A Scientifico, e Vincenza Paola Palmeri, alunna
della 2°A Linguistico (nelle foto), hanno partecipato ad un bando di concorso rivolto a studenti di tutto il mondo, organizzato dall’Agenzia Spaziale Europea in collaborazione con
Airbus, costruttore multinazionale europeo di aeromobili e Autodesk.


Durante le tante “esplorazioni” del web in cui questo periodo storico ci ha costretti,
le due studentesse si sono imbattute nel sito della “Moon Camp Challenge” e hanno
abbracciato questo progetto che ha necessitato di circa sei mesi di studi, dall’inizio di novembre fino alla seconda metà di aprile.
La “Moon Camp Challenge” invita gli studenti ad esplorare la luna e a decifrare alcune delle complessità che i futuri astronauti potrebbero dover affrontare.
Questo progetto ha riguardato la ricerca di soluzioni per la protezione dalle
Radiazioni, dai meteoriti, la produzione di energia, l’estrazione e il riciclaggio
dell’acqua, la produzione di cibo in loco e molto altro, con lo scopo di progettare una
base composta da moduli abitativi e di ricerca sulla luna, indipendente dalla terra,
attraverso le risorse disponibili in sede. Quindi si è arrivati a progettare soluzioni
tecnologiche come pompe di energia, sistemi di riciclo e camere di crescita per i
vegetali (nella foto un progetto della Nasa).
Le alunne sono state seguite dal docente di matematica e fisica Prof. Calogero
Migliore e incoraggiate dalla dirigente scolastica Prof.ssa Giuseppa Diliberto che
dirige una scuola sempre presente e pronta ad assecondare i sogni e i progetti dei
ragazzi, accompagnandoli nel percorso di crescita e costruzione personale.