Ribera: Il Rotary Club dona all’istituto comprensivo “Don Bosco” una sala giochi per combattere anche la disabilità

59

Con questo slogan “Il mondo è di tutti” ha avuto luogo ieri mattina, nel plesso scolastico “Imbornone” dell’istituto comprensivo “Don Bosco” di RIbera, l’inaugurazione del Progetto del Rotary Club di Ribera che ha allestito e donato una sala giochi per i bambini.

Di tratta di un’iniziativa, sovvenzionata in parte anche dal Distretto Rotary 2110 “Sicilia e Malta”, che il locale Club Service quest’anno ha voluto destinare ad un istituto scolastico ed in favore dei bambini. La scelta è ricaduta sul plesso “Imbornone” per il numero elevato di iscritti che questa scuola conta, anche di bambini con disabilità.

L’azione rotariana ha riguardato l’allestimento di uno spazio (oltre 50 metri quadri di locsali) con vari elementi dalla piscina con palline al tappeto elastico, pouf, dondolo cavalcabile, proiettore di luci e musica, percorsi, palle sensoriali di diverse misure, tunnel e blocchi psicomotori. Tutti elementi ludico-ricreativi finalizzati a favorire l’integrazione tra bimbi senza distinzione di alcun tipo.

L’obiettivo non è solo quello di annullare le differenze tra i piccolini, sensibilizzandoli dinanzi alla diversità per favorire l’integrazione attraverso il rispetto e la valorizzazione delle differenze individuali di ciascun bambino, ma anche quello di dare contemporaneamente a tutti i bimbi la possibilità di praticare l’attività fisica dando al movimento l’imprescindibile valore educativo, umano e sociale volto al raggiungimento del benessere psicofisico e relazionale.

“La disabilità è un modo diverso di essere” è stato il pensiero che la presidenta del Rotary di Ribera Valentina Lupo ha riportato, sottolineando quanto vera sia questa frase appresa dai bambini dell’Istituto durante una delle visite preliminari alla realizzazione del progetto.

Presenti alla manifestazione, oltre il dirigente scolastico Prof.ssa Anna Maria Conti, con lo staff dei docenti e dei collaboratori, anche le più alte cariche del Distretto Rotariano “Sicilia e Malta”, dal Governatore Alfio Di Costa al Presidente della Commissione Distrettuale Rotary Foundation e PDG Giovanni Vaccaro ed al coordinatore degli Assistenti della Sicilia Occidentale Luigi Attanasio con l’assistente del Club crispino Gaetano Casimiro Castronovo.
Per l’occasione è stato presente anche il sindaco Matteo Ruvolo, accompagnato da tutti i suoi Assessori Mariella Ragusa, Giusy Zabbara, Emanuele Macaluso e Leonardo Augello, che il Rotary club ha tenuto a ringraziare per aver contribuito all’iniziativa didattica “Il Mondo è di tutti”, donando il tappeto antitrauma.

Alla manifestazione non sono mancati interventi specifici volti a far comprendere l’importanza di ogni elemento d’arredo acquistato. Ogni gioco – ha riferito la dott.ssa Claudia Pipia, segretaria del Club – è stato pensato anche per sviluppare la motricità, un migliore equilibrio, per la stimolare la capacità sensoriale tattile visiva e uditiva, la fantasia e l’ immaginazione.

La dirigente scolastica Conti ha particolarmente apprezzato l’azione rotariana considerandola un service meritevole di lode perché rispondente ad un bisogno del territorio ed in particolare della scuola che troppo spesso necessita di interventi che tardano purtroppo ad arrivare.

Il “Mondo è di tutti” è un’iniziativa chiavi in mano che sarà resa disponibile anche per chi, fuori dagli orari scolastici, vorrà usufruirne. Sono già in atto alcune convenzioni con associazioni di volontariato locali e tutti i piccoli amici che vorranno vivere lo spazio progettato dal Rotary potranno farlo grazie anche al contributo – in termini di servizio – che tanto i rotariani, quanto i ragazzi dell’Interact Club, presieduto dal giovane Simone Palermo, vorranno offrire negli orari extra scolastici.

Con il taglio del nastro, “Il mondo è di tutti” è da oggi a disposizione dell’intera collettività riberese e del territorio.