Montallegro: Il PD propone l’accorpamento dell’istituto Contino a Siculiana e Realmonte

387

Il Pd di Montallegro tramite il proprio segretario Giuseppe Piruzza ed il consigliere comunale Rosa Iatì, esprime serie perplessità sulla proposta avanzata sia nel metodo che nel merito dall’istituto Ezio Contino di Cattolica Eraclea e Montallegro alla conferenza scolastica provinciale sull’accorpamento dello stesso istituto agli istituti comprensivi di Ribera. Suscita ancora molto dubbi l’approvazione della proposta del Provveditorato di separare l’IC Contino, accorpando i plessi di Cattolica Eraclea con Alessandria della Rocca ed i plessi di Montallegro con Realmonte.
Nel metodo, gli esponenti del Pd, chiedono un confronto con il territorio e non la semplice applicazione di disposizioni auto-prodotte sul dimensionamento della rete scolastica al fine determinare nuove proposte da presentare all’Assessorato Regionale all’Istruzione. Nel merito, pur evidenziando la reale situazione di sottodimensionamento della nostra scuola in funzione del numero di alunni risulterebbe necessario prendere atto che le le scuole di Cattolica Eraclea e Montallegro dovrebbero essere naturalmente accorpate con quelle di Siculiana e Realmonte, costituendo un nuovo Istituto comprensivo. Tutto ciò al fine innovare e riqualificare l’azione educativo-didattico in un contesto, socio-economico-culturale, di quattro piccoli paesi dell’agrigentino distanti di pochi chilometri e con caratteristiche omogenee, dove i bambini ed i ragazzi hanno gli stessi bisogni, lo stesso codice linguistico, manifestano gli stessi interessi rispetto ai coetanei che vivono nei centri più grandi.
Le famiglie sono sufficientemente collaborative e nutrono la stessa aspettativa dal punto di vista culturale e formativo. La frequenza scolastica risulta generalmente assidua mentre l’economia territoriale è omogenea ed è rappresentata da attività agricole, da piccole imprese edilizie, dal commercio, da pochi artigiani e da piccole attività turistico ricettive. Vi sono inoltre diversi poli di attrazione e di sviluppo economico molto vicini tra cui:

• il sito archeologico di Eraclea Minoa con annesso museo;
• il museo della civiltà contadina di proprietà della scuola la cui sede è rappresentata dal palazzo di vetro a Montallegro;
• l’area attrezzata di “Costa Domino” gestita dal Corpo Forestale Regionale;
• la riserva naturale orientata “Torre Salsa” gestita dal WWF;
• la Scala dei Turchi

Bisognerebbe prevedere, allora, l’inserimento nella progettazione d’istituto di percorsi, incentrati sullo sviluppo delle competenze trasversali per rafforzare la collaborazione con il territorio più vicino ed omogeneo rappresentato dall’intera filiera della Costa Sicana comprensiva della Costa Bianca di Realmonte e dall’Unione dei Comuni Bovo Marina, Eraclea Minoa e Torre Salsa.
Il Pd di Montallegro ritiene, ancora, che l’intera comunità politica montallegrese, di maggioranza e di opposizione, dovrebbe essere coinvolta nel processo di innovazione, razionalizzazione e miglioramento della scuola locale al fine di realizzare al meglio i diritti costituzionalmente garantiti, in particolare il diritto allo studio ed al successo formativo dei propri alunni nonché la libertà di scelta per le famiglie sulle scuole da accorpare in questo processo di ridimensionamento della rete scolastica affinchè la scuola di Montallegro non sia di periferia rispetto ad altri istituti.

Il Partito Democratico di Montallegro