Burgio : La città riapre al turismo e ai musei

132

Dopo tre mesi di lockdown il Comune di Burgio, a cominciare da ieri, 3 giugno 2020, ha aperto i propri siti a tutti quei visitatori che cercano di perseguire, in una destinazione turistica, un fine che tiene conto della salute delle famiglie, della qualità dell’aria che si respira, del cibo che mangia e della contentezza di semplici, ma ricercati, momenti di svago. Uno scopo che comprende la bellezza del paesaggio e la solidità delle tradizioni rurali, artigianali e culturali di un territorio ancora genuino.
A Burgio – afferma il sindaco Francesco Matinella – il visitatore assiste al quotidiano incontro tra l’artigianato, l’agricoltura e le peculiarità naturalistiche e culturali di un territorio autentico. Un’agricoltura caratterizzata da varietà che si sono adattate nel tempo grazie all’azione degli agricoltori locali. Suscitano grande interesse sia le tecniche agronomiche dettate dalla tradizione rurale come le arance, le olive, le mandorle, le fragoline di bosco, sia le tecniche innovative come la coltura di piante tartufigene micorizzate.
Queste ultime hanno suscitato grande attenzione per il fatto che il tartufo è una competenza distintiva di forte rilevanza del territorio. Molto apprezzata l’arte culinaria Burgitana. Per non parlare dei prodotti artigianali di eccellenza come le campane e gli utensili tipici del passato rurale Burgitano, oggi diventata ceramica artistica d’eccellenza conosciuta in tutto il mondo.
Per l’accesso ai siti culturali in particolare nei musi vengono rispettate tutte le misure previste nelle Linee Guida per la riapertura delle attività economiche, produttive e ricreative.
In particolare:
1) verrà predisposto un programma di accesso pianificato con prenotazioni telefoniche e/o online da martedì a sabato dalle 9:00 alle 13:00 e dalle 15:30 alle 19:00 attraverso i seguenti recapiti:
– telefono 0925 65055,
– e-mail ufficioturistico@comune.burgio.ag.it;
2) verrà rilevata la temperatura corporea, impedendo l’accesso in caso di temperature maggiori di 37,5 °C;
3) i visitatori e il personale dovranno sempre indossare la mascherina;
4) in tutti i locali saranno messi a disposizione soluzioni idro-alcoliche per l’igiene delle mani;
5) vengono predisposti dei percorsi per favorire il distanziamento interpersonale;
6) viene assicurata un’adeguata pulizia e disinfezione delle superfici, degli ambienti e dei servizi igienici con idonee procedure e prodotti.
Burgio offre ai propri visitatori l’accesso gratuito alle emergenze naturali come la Riserva naturale orientata Monti di Palazzo Adriano e Valle del Fiume Sosio, ai Musei, al Castello, alle Chiese, alle Botteghe della Ceramica e alla Fonderia delle Campane. Vengono messe a disposizione, inoltre, titolo gratuito, le guide turistiche che accompagnano i visitatori durante il loro soggiorno a Burgio.