Ribera: In arrivo studenti e lavoratori da Londra grazie alla Farnesina. Positiva l’anziana di Montallegro

4333
I primi aerei decollano dall'aeroporto di Fiumicino, diretti all'aeroporto Falcone-Borsellino di Palermo. TEELNEWS/ANSA

E’ arrivo domani all’aeroporto “Falcone Borsellino” un gruppo di studenti e di lavoratori provenienti da Londra. La notizia circola da ieri mattina quando si è saputo che il gruppo riberese fa parte di un volo internazionale che, organizzato dalla Farnesina, dovrebbe arrivare a Roma con tanti altri connazionali che rientrano in Italia. In Gran Bretagna vi sono diversi studenti universitari con i progetti Erasmus e tanti lavoratori impiegati soprattutto nella ristorazione. Dovranno sottoscrivere le loro dichiarazioni presso le autorità sanitarie locali, dovranno osservare attentamente un periodo di quarantena, di essere sottoposti all’esame del tampone faringeo e di rimanere chiusi in casa, anche con esito negativo del test diagnostico. Al momento non si conosce il numero dei riberesi in arrivo per i quali bisogna adottare tutte le precauzioni del viaggio.
E’ risultata positiva al test la signora 95enne di Montallegro che, oggi ricoverata al centro covid di Partinico, era stata inizialmente all’ospedale riberese con un sospetto sul virus, dato però per certo nei giorni scorsi, in una conferenza stampa, dal prefetto di Agrigento Dario Caputo.
In città c’è una tranquillità relativa da quattro giorni da quando non sono stati registrati più casi di positività. C’è attesa comunque per conoscere l’esito dei tamponi, rifatti nella giornata di giovedì su pazienti già infettati e in quarantena da oltre 14 giorni. Solo un caso, un familiare di un positivo, ha rivelato la negatività. La situazione generale è seguita quotidianamente dagli operatori medici dell’ufficio di salute pubblica cittadina.
Intanto, si registrano gli interventi del locale Movimento 5 Stelle. Vincenzo Rossello chiede al sindaco Pace se sia stato attivato il centro operativo comunale, dato arrivano numerose segnalazioni di famiglie in grosse difficoltà economiche, di persone che vivono in solitudine e che hanno bisogno di aiuto per le difficoltà legate all’approvvigionamento dei beni di prima necessità e pe il supporto psicologico scatenati dall’emergenza coronavirus.
Poi, l’ex assessore comunale Francesco Montalbano e la consigliera comunale Ina Picarella, offrendo la loro piena disponibilità ad una leale e fattiva collaborazione, propongono all’amministrazione comunale di istituire un tavolo di consultazione, tramite modalità telematiche, con i tutti consiglieri comunali finalizzato alla risoluzione delle problematiche non solo legate al coronavirus.