Ribera: Al comprensivo “Crispi” create le classi virtuali con la consegna di computer agli alunni sprovvisti

1277

Promotrice dell’iniziativa il dirigente scolastico Maria Paola Raia che sin dai primi giorni di sospensione delle attività didattiche, il 5 marzo scorso, si è attivata ad eseguire una ricognizione dei bisogni tramite i docenti e a consegnare, con la collaborazione del direttore dei servizi amministrativi Anita Bucalo, tablet e notebook in comodato d’uso gratuito ai genitori degli alunni sprovvisti di strumenti digitali.
A seguito del DPCM del 4/3/2020 che per emergenza nazionale da diffusione coronavirus ha disposto la sospensione delle lezioni, l’istituto comprensivo “Crispi” ha attivato tempestivamente la didattica a distanza per i suoi alunni utilizzando la piattaforma “Google Education” consigliata dal Ministero, oltre che il registro elettronico come già durante l’anno scolastico.
Cosicché, sono state costituite le “classi virtuali” in cui docenti e alunni della scuola primaria e secondaria di I grado si “incontrano” quotidianamente e svolgono le attività a distanza condividendo svariati materiali, dai testi scritti a quelli in formato audio-video; avviate, inoltre, le video-lezioni in modalità sincrona, ovvero in collegamento diretto in rete e anche le video conferenze con i docenti per la formazione riguardante l’utilizzo delle piattaforme digitali per la DAD, la didattica a distanza promossa dal Ministero.
Molto soddisfatto il dirigente scolastico Maria Paola Raia che al fine di garantire la completa fruibilità della didattica a distanza ha promosso la distribuzione dei dispositivi della scuola agli alunni in difficoltà, secondo la linea di “mission” della sua dirigenza da sempre dedicata principalmente alla massima “inclusività”.
Le attività di docenti e alunni sono supportate dal lavoro incessante dell’animatore digitale della scuola il prof. Filippo Daino che il dirigente scolastico coglie l’occasione per ringraziare pubblicamente.