Siculiana: Gli operatori del 118 salvano un bambino di 3 anni da soffocamento

1413

Gli operatori del 118 “Alpha 17” di Siculiana salvano con tempestività un bambino di tre anni che è stato accompagnato in postazione con un arresto respiratorio. Grazie alla professionalità del personale in servizio, che hanno eseguito le manovre di P-BLS, il bambino dopo alcuni minuti ha ripreso a respirare, ha pianto ed è stato stabilizzato. In maniera precauzionale, è stato accompagnato all’ospedale “San Giovanni di Dio” per ulteriori accertamenti.
E’ successo verso l’ora di pranzo quando un’autovettura, a clacson continuo, si è fermata bruscamente in via De Gasperi, davanti al 118. La nonna disperata aveva in braccio il nipotino, quasi esanime, che non respirava più. Un operatore cominciava le manovre sul bambino in arresto respiratorio, mentre l’altro dava l’allarme, attivando la centrale operativa con la richiesta di un’ambulanza medicalizzata.
Il pronto intervento ha avuto buon fine perché il piccolo ha riaperto gli occhi, ha ricominciato a respirare, con soddisfazione dei due operatori e dei parenti. A bordo dell’ambulanza, senza personale medico, è stato trasferito all’ospedale agrigentino. A metà strada, nei pressi di Porto Empedocle, dall’ambulanza allertata sono scesi medico ed infermiere, che trasferitisi sull’altro mezzo di soccorso, hanno accompagnato il bambino al “San Giovanni di Dio”. Qualche anno fa gli operatori, con indicazioni fatte al telefono, sono riusciti a salvare a Montallegro un bambino che soffocava per un boccone di traverso.