Ribera: L’istituto comprensivo “Crispi” a braccetto con l’AIRC per combattere il cancro dai banchi di scuola

1907

L’I.C. Crispi ha aderito alla iniziativa di AIRC e al progetto “Contro il cancro io ci sono” che promuove nelle scuole attività di educational interattive e iniziative volte ad approfondire i temi della ricerca sul cancro e della prevenzione della malattia.
Nella mattinata di mercoledì 18 dicembre, le classi II della scuola secondaria di I grado nella sede provvisoria del plesso “Imbornone” dell’I.C. Don Bosco, guidati dalla referente d’Istituto di educazione alla salute prof.ssa Luisanna Gullo, hanno preso parte attiva all’incontro con i volontari esperti dell’AIRC sezione di Agrigento dott. Giuseppe Di Betta (responsabile del comitato scientifico AIRC Sicilia) e la biologa dott.ssa Fina Alongi (consigliere regionale comitato Sicilia).


I relatori si sono soffermati sull’importanza della ricerca scientifica e sui risultati raggiunti grazie alla tecnologia più avanzata sul fronte della lotta al cancro, sottolineando che per ottenere i migliori risultati è necessario finanziare la ricerca per supportare con borse di studio i giovani ricercatori. Hanno sottolineato i fattori della prevenzione primaria, ovvero i corretti stili di vita, la sana alimentazione, il controllo delle devianze giovanili (fumo e alcool) e anche l’importanza della prevenzione secondaria con gli screening periodici per gli adulti.
Attraverso la proiezione di video e filmati, i volontari AIRC hanno introdotto momenti di informazione concedendo anche spazio a domande, discussioni e riflessioni che hanno consentito un coinvolgimento attivo dell’intera scolaresca.
Soddisfatto la dirigente scolastica, dott.ssa Maria Paola Raia, che ha sottolineato la valenza formativa dell’iniziativa che richiama i temi dell’educazione alla salute e all’alimentazione inseriti nel PTOF e anche la ricaduta sociale in quanto la scuola nel periodo pasquale sosterrà la campagna di raccolta fondi e donazione con l’Uovo della Ricerca. Infine, ha ricordato la figura del dott. Umberto Veronesi fondatore dell’AIRC, uomo, medico e scienziato esemplare di stampo internazionale che ha dato lustro all’Italia per l’iniziativa della ricerca contro il cancro, fondando l’Istituto Europeo Oncologico (IEO).