Ribera: Comitiva del Cusca di Licata in visita tra i monumenti riberesi

1648

Una nutrita comitiva di visitatori di Licata domenica è stata a Ribera, ha ammirato chiese e monumenti ed è stata accolta da operator turistici, economici e da studenti del settore turistico. La delegazione licatese, come da programma, ha fatto un tour a piedi per le vie della città alla scoperta dei palazzi storici. L’iniziativa è stata resa possibile grazie alla collaborazione degli alunni e dai professori Franco Giordano, Maria Alfano Mariaelena Puma in servizio nell’Istituto d’Istruzione Superiore “F. Crispi”  di Ribera, sezione Turismo. I ragazzi, sapientemente preparati, hanno svolto il ruolo di guide turistiche.

Il gruppo ospite, ben 49 persone in tutto, proveniva da Licata e raggruppava i soci del Cusca “Centro Universitario Socio Culturale Adulti”. Gli ospiti hanno anche potuto assaggiare le specialità artigianali della gastronomia locale, rappresentate da marmellate e conserve, prodotte da alcune ditte riberesi che esportano in Italia e all’estero, ed hanno degustato i sapori della cucina in un noto locale.

Il tour classico, con partenza da piazzetta Verdi, ha fatto registrale la visita esterna del Palazzo del Duca di Bivona, del Teatro Vella, del Palazzo Grimaldi, del Cortile Genova, della Chiesa del Rosario, dei Palazzi Natoli Bisogni, della Chiesa dell’Immacolata, dei Palazzi Pasciuta, Crispi, Vaccaro Vella, Parlapiano,  per finire poi alla Chiesa Madre. Durante le soste davanti ai palazzi e alle chiese, gli studenti hanno intrattenuto i visitatori, informandoli del periodo di costruzione del bene monumentale e del significato storico della famiglia che lo ha posseduto o lo possiede ancora oggi.

All’interno della Chiesa del Rosario, i visitatori, accompagnati dal presidente del Cusca prof.ssa Cettina Greco, sono stati accolti dall’amministrazione comunale rappresentata dall’assessore al turismo Francesco Montalbano che ha portato i saluti alla comitiva. Successivamente, i turisti hanno assistito ad una lezione didattica e storica tenuta sulla festa di Pasqua dalla prof.ssa Angela Campo. Ad allietare gli ospiti sono stati gli studenti, con concerto gratuito, di alcuni elementi dell’Istituto Superiore di Studi Musicali “Arturo Toscanini” di Ribera.

“La scoperta di Ribera e del suo territorio è uno degli scopi del Consorzio Costa Sicana – ci dice il presidente Paolo Zambuto – struttura che, senza alcuna finalità speculativa, ha l’obiettivo di contribuire allo sviluppo turistico locale ed alla crescita del tessuto economico e sociale del territorio attraverso attività di promozione, sensibilizzazione, ricerca, innovazione, trasferimento tecnologico e metodologico, organizzazione, marketing e formazione”.

Il Consorzio sta lavorando per ampliare l’offerta turistica inserendo altre prospettive attrattive appena si renderanno fruibili, dal castello di Poggio Diana alla necropoli dell’Anguilla,  secondo la richiesta di gruppi o di scolaresche. Un altro tour cittadino, come già è successo l’anno scorso, verrà riproposto nel corso della prossima Sagra dell’Arancia in programma dal 20 al 22 dicembre prossimo.