Ribera: Musica e Astronomia con il Toscanini al Teatro Greco di Segesta il 10 agosto

491

Toscanini, già operativo nella nuova sede di Corso Umberto I a Ribera, prosegue le attività di produzione e ricerca con  un appuntamento ormai consueto nella notte delle stelle, in collaborazione con il prestigioso Parco Archeologico di Calatafimi/ Segesta.   Il 10 Agosto alle 20,30  al Teatro Greco di Segesta l’ISSM Toscanini  torna al Festival Le Dionisiache con la terza edizione di ” E LUCEAN LE STELLE- Nessun Dorma”, già record di presenze e di incasso nei due anni precedenti.

Protagonisti I Solisti e l’Orchestra Sinfonica del Toscanini diretti da Alberto Maniaci on una nuova produzione dedicata al connubio tra MUSICA e ASTRONOMIA con la partecipazione straordinaria dei due astronomi ricercatori di ALMA (Atacama Large Millimeter/submillimeter Array – il più potente telescopio al mondo)  Violette Impellizzeri e Eric Villard,  facenti parte dell’equipe internazionale  di scienziati alla ribalta internazionale per avere fotografato recentemente in Cile il “buco nero”. I racconti scientifici  sulle  nuove scoperte  si alterneranno  ai capolavori storici della Lirica, del Jazz e del Pop Rock interpretati dai giovani talenti del Toscanini, con la immancabile tappa finale al Tempio Dorico per osservare la Luna e i Pianeti con le postazioni e  lo staff del Centro Planetario di Palermo.

 

Solisti: Stefania Maltese, Jole Pinto (Soprani), Giuseppe Michelangelo Infantino (Tenore), Giuseppe Garra (Baritono), Francesca Bongiovanni, Pasquale Bono, Francesca Bonura, Maria Concetta Maggio, Marcella Nigro, Krizia Vinciguerra ( Jazz & Rock singers), Sergio Calì ( Vibrafono),Giacomo Tantillo ( Tromba Jazz).

 

Musiche di: Mascagni, Verdi, Puccini, Gershwin, Ray Charles, Björk, The Doors, Oasis, Genesis, Led Zeppelin, Queen, The Beatles; arrangiamenti di A.Maniaci, S.Piraino e R.Collura

 

Il presidente dott. Giuseppe Tortorici e il direttore prof.ssa Mariangela Longo dichiarano: ” L’Istituto Toscanini è in gran fermento e prosegue le attività nella nuova sede assegnata dal Comune di Ribera  dove ha trovato finalmente una giusta collocazione ed una dimensione adeguata ad un Conservatorio di Stato con una utenza  sempre più numerosa e crescente attività di produzione. Con la statalizzazione in corso, 28 Corsi di Laurea attivi e oltre 300 studenti provenienti da diverse province e 45 Comuni differenti, la nuova sede era indispensabile e per questo ringraziamo il Sindaco, la Giunta e il Consiglio comunale che insieme a tutta la cittadinanza  hanno sempre sostenuto il Conservatorio della loro città”