Cattolica Eraclea: Convegno internazionale su emigrazione

2601

. Si parlerà oggi, alle 17,30 nella biblioteca comunale, di italiani all’estero, dialogo, collaborazione e opportunità tra i cittadini d’Europa e anche di emigrazione di cattolicesi verso l’estero nel paese agrigentino che nell’ultimo decennio ha perso circa mille abitanti, il 22 per cento della sua popolazione. Si tratta di un convegno sui #cittadinidieuropa, promosso dalle associazioni “Rifare l’Italia” e “Fianco a fianco” al quale prenderanno parte Laura Garavini dell’Ufficio di presidenza del Pd, deputata eletta nella circoscrizione Europa, i deputati Giovanni Panepinto e Antonino Moscat, il sindaco di Palma di Montechiaro Pasquale Amato, le dirigenti scolastiche Annalia Todaro e Maria Savarino, il sindaco francese di Vaux en Amienois Daniel Leleu, il consigliere comunale Liborio Ciccarello della cittadina tedesca di Ludwigshafen. I saluti saranno portati dal sindaco di Cattolica Eraclea Nicola Termine, dal segretario provinciale del Pd Giuseppe Zambito, con il coordinamento dei lavori del consigliere comunale Giuseppe Vizzi.
La discussione del convegno sarà incentrata sulle diverse possibili forme di dialogo tra le comunità, sulle modalità che permettono agli studenti ed ai giovani di sentirsi parte viva dell’Europa, sugli strumenti che consentono ai cittadini all’estero di sentirsi accolti e tutelati nella comunità cattolicese (Imu prima casa – servizi – legge elettorale). Occhi puntati anche sulle attività che consentiranno di fare network tra gli enti locali e gli aggregati economici e sociali dei diversi comuni. E’ stato attivato un diretto coinvolgimento dei reali artefici della crescita di un Paese: dalle scuole alle istituzioni, dalle associazioni ai familiari dei cittadini all’estero. Sono nati i primi gemellaggi scolastici e amministrativi tra Cattolica e la cittadina tedesca di Heidelberg e alla fine dell’estate si concretizzerà lo scambio scolastico tra alunni e docenti dell’istituto comprensivo “Contino” e i comuni francesi della Somme, con in testa Vaux en Amienois.