Ribera: Chiude l’ospedale di zona ? Rimbalzano voci da Palermo di un azzeramento dei posti letto e del pronto soccorso

1579

Bomba a ciel sereno stamattina a Ribera. Corrono voci, arrivate da Palermo, dalla Regione Siciliana, che l’ospedale di Ribera, assieme ad altri sette nosocomi, chiuderebbe i battenti perché verrebbero azzerati i posti letto, cancellati tutti i reparti oggi esistenti e verrebbero cancellato – si dice – perfino il pronto soccorso inaugurato nei giorni scorsi.
La decisione verrebbe da Palermo dall’assessorato alla Salute che avrebbe riformulato una seconda bozza della rimodulazione del piano sanitario regionale, in base alle direttive nazionali del ministero della Sanità dell’agosto scorso. Nei mesi scorsi, quando è stato annunciato dall’assessore Borsellino il progetto di “ospedali riuniti” tra Sciacca e Ribera, la notizia era stata accolta con una certa tranquillità da parte degli operatori sanitari, ma soprattutto da parte della popolazione e degli utenti che vedevano confermata la presenza della struttura ospedaliera riberese di zona, al servizio di una diecina di comuni del comprensorio.
Le reazioni stamattina. Il sindaco Pace e il direttore sanitario dell’ospedale Cracò sono telefonicamente irrangiungibili. Pare che non siano nemmeno in sede. Il deputato regionale Salvatore Cascio è partito in mattinata per Palermo per incontrare l’assessore regionale alla salute Borsellino,specie nella giornata di oggi quando dovrebbe essere discusso la bozza del piano e dovrebbe essere espresso il parere obbligatorio richiesto dal Ministero. Il senatore Giuseppe Ruvolo, partito stamattina per Roma, pensa di tornare forse anche domani per affrontare la delicata situazione ospedaliera. Medici e personale sanitario ed utenti del nosocomio stamattina hanno espresso preoccupazione. Aggiorneremo la situazione man mano che vi saranno dei fatti nuovi.