L’assessore regionale Cartabellotta a Ribera: “Interverremo sull’adduttore”

1708

Aggiornamento ore 20:48

L’incontro è terminato. L’assessore ha affermato che tornerà a Ribera il prossimo mese per fare il punto della situazione sui nuovi sviluppi relativi al settore agricolo.

Aggiornamento ore 20.13

L’assessore Dario Cartabellotta durante il suo discorso ha preso un impegno con gli agricoltori del territorio: di intervenire sull’adduttore della diga Castello che è a rischio frana, al fine di scongiurare conseguenze drammatiche che paralizzerebbero un intero settore.

Poi si è soffermato sull’importanza di puntare sul metodo “Born in Sicily” e di tutelare i propri prodotti: “Sono convinto – ha affermato – che ogni territorio deve puntare su un determinato sistema. Ribera ha le arance e deve puntare sulle arance”.

Poi ha aggiunto: “Non solo spending review, ma anche over working”.

Aggiornamento ore 19:45

L’incontro è iniziato con il saluto del sindaco Carmelo Pace e dell’onorevole Margherita La Rocca, poi ha preso la parola l’assessore Dario Cartabellotta. Si sta discutendo del prezzo dell’acqua, dell’abbattimento dell’Imu per i terreni agricoli, della situazione di pericolo che riguarda l’adduttore della diga Castello e delle problematiche relative al crollo del ponte Verdura.

Ore 19:15

L’assessore regionale all’Agricoltura, Dario Cartabellotta (nella foto seduto al centro), è arrivato a Ribera per incontrare gli agricoltori del territorio. Proprio pochi minuti fa è entrato dentro la Sala Convegni “Emanuela e Giovanni Ragusa” del Palazzo di Città. Modera i lavori Pino Di Lucia (nella foto seduta a destra) ed è presente anche il sindaco Carmelo Pace. Tra i presenti anche i responsabili delle organizzazioni agricole (nella foto con il microfono in mano Giovanni Caruana).

L’incontro è stato promosso dall’onorevole regionale dell’Udc Margherita La Rocca (nella foto seduta a sinistra) con l’obiettivo di dare vita ad un momento di confronto tra l’assessore e gli agricoltori sulle difficoltà del territorio e sulle conseguenze al comparto agrumicolo in seguito al crollo del ponte Verdura.