Ribera: Comitato chiede consiglio comunale per area emergenza e pronto soccorso

179

Tiene banco a Ribera la situazione sanitaria che interessa l’ospedale “Fratelli Parlapiano”, da oltre due anni classificato come ospedale covid a livello provinciale. E’ di ieri mattina la richiesta del comitato cittadino “Zona Disagiata”, il cui responsabile, Giovanni Montalbano, con una nota ha chiesto al presidente del consiglio comunale di Ribera Vincenzo Costa di convocare un consiglio comunale straordinario che abbia per oggetto della riunione la nuova area di emergenza, il riconoscimento di “Ospedale di zona disagiata” e la rifunzionalizzazione post Covid del presidio ospedaliero “Fratelli Parlapiano” che giuridicamente fa parte degli Ospedali Riuniti di Sciacca e Ribera.

Nella richiesta il presidente del civico consesso riberese Costa viene invitato a coinvolgere nella riunione tutta la deputazione regionale del territorio, il commissario straordinario dell’Asp di Agrigento Mario Zappia, il direttore del presidio riberese Salvatore Cascio e tutti i dirigenti medici del nosocomio riberese, affinché insieme si possa tracciare una strada condivisa, funzionale e nell’interesse della comunità.

Nei giorni scorsi il commissario Zappia aveva annunciato che i locali per ospitare l’area di emergenza come pronto soccorso generalista, ferma restando l’area destinata al Covid, è già pronta e che il problema riguarda l’organico del pronto soccorso che non ha ad oggi medici a sufficienza per garantire il servizio in H 24. Si dovrà reclutarli attraverso un bando.

Il comitato “Ospedale di Zona Disagiata” ha diffuso un comunicato con il quale esprime perplessità per i pochi posti letto – pare quattro – che sarebbe stati riservati al pronto soccorso ordinario e per riattivare il servizio, giusto decreto delle settimane scorse dell’assessore regionale alla Salute Giovanna Volo. Nel dicembre scorso una massiccia manifestazione di massa (nella foto) aveva richiesto la riattivazione del pronto soccorso nel quadro di una riconversione covid del nosocomio.