Ribera: Incontro sindaci-Musumeci “L’acqua non deve andare a mare. Incontro con l’Enel”

122

RIBERA. Ai sindaci dei centri delle valli dei fiumi Sosio-Verdura e Magazzolo che chiedevano come una goccia d’acqua non debba perdersi inutilizzata a mare, il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci ha preso l’impegno di contattare al più presto i responsabili nazionale e regionale dell’Enel affinchè l’acqua del fiume Sosio possa essere trasferita per caduta naturale dalla traversa di Gammauta alla diga Castello al servizio della fiorente agricoltura.
E’ quanto è venuto fuori ieri pomeriggio alla presidenza della Regione nel corso dell’apposito incontro che il governatore Musumeci ha avuto con i sindaci Ruvolo di Ribera, Dazzo di Lucca Sicula, Cinà di Bivona, Spinelli di Calamonaci, Matinella di Burgio, Balsamo di Villafranca Sicula, presenti i consiglieri Mulè, Di Caro, Colletti, gli assessori Turrisi e Guddemi di Burgio, il geologo Siragusa, l’ex consigliere provinciale Ragusa, l’assessore regionale all’Agricoltura Scilla e i dirigenti dei dipartimenti regionali Acque e Agricoltura Cartabellotta e Foti.
“Chiamerò subito l’Enel – ha detto Musumeci agli amministratori comunali – ad un vertice tecnico per capire come e quando l’acqua possa essere trasferita con l’adduttore, senza alcun sollevamento, all’invaso di Bivona, in uso soprattutto all’agrumicoltura e per scopi pure civili. Un litro d’acqua non si deve perdere inutilmente”.
Il sindaco di Ribera Ruvolo ha chiesto di tenere in considerazione, con un finanziamento di ripristino, la possibilità di utilizzare il sollevamento idrico di contrada “Tragaleggi”, sul Verdura, in questi anni vandalizzato nelle strutture, mentre i primi cittadini di Bivona e di Lucca Sicula, Cinà e Dazzo, hanno suggerito di pulire il letto del fiume Magazzolo e il torrente Gebbia, intasati da anni da detriti vari, con un’operazione da svolgere a fine primavera, con il calo della portata idrica. Sta per essere organizzato per la settimana prossima un tavolo tecnico tra i comuni e il consorzio di bonifica di Agrigento per programmare la prossima stagione irrigua.