Ribera: La CGIL di Agrigento chiede al Comune il pagamento degli stipendi degli operatori ecologici

84

Con una lettera indirizzata al sindaco di Ribera e alla società Riberambiente, la CGIL di
Agrigento,a nome degli operatori ecologici del comune chiede i pagamenti delle spettanze dei lavoratori. Viene avanzata pure la richiesta di sostituirsi a Riberambiente Srl nel versamento degli stipendi, ex art. 30, comma 6 D.lgs n. 50 del 18/04/2016.
Questa la nota inviata.

“La scrivente O. S. contesta la violazione del CCNL Utilitalia, per il mancato pagamento degli stipendi i quali devono essere versati entro la fine del mese a cui si riferisce la retribuzione.
I lavoratori non riescono a programmare le spese delle proprie famiglie e, molti di essi, hanno gravi ripercussioni per i continui ritardi per i mancati pagamenti delle rate dei prestiti e del quinto dello stipendio.
In particolare, ad oggi, non è stato versato lo stipendio del mese di dicembre e sta maturando quello del mese di gennaio e, da quanto si è appreso, ci sarebbe un pignoramento in atto che impedirebbe all’azienda il versamento delle spettanze.
La scrivente O. S. ritiene che si possa e si debba procedere ai sensi di quanto prescritto dal art. 30, comma 6 D.lgs n. 50 del 18/04/2016.
La predetta fonte normativa testualmente prevede che “ In caso di ritardo nel pagamento delle retribuzioni dovute al personale di cui al comma 5, il responsabile unico del procedimento invita per iscritto il soggetto inadempiente, ed in ogni caso l’affidatario, a provvedervi entro i successivi quindici giorni. Ove non sia stata contestata formalmente e motivatamente la fondatezza della richiesta entro il termine sopra assegnato, la stazione appaltante paga anche in corso d’opera direttamente ai lavoratori le retribuzioni arretrate, detraendo il relativo importo dalle somme dovute all’affidatario del contratto ovvero dalle somme dovute al subappaltatore inadempiente nel caso in cui sia previsto il pagamento diretto ai sensi dell’articolo 105”.
Dall’insieme di tali disposizioni si desume che a garanzia dei crediti retributivi e contributivi dei lavoratori impegnati negli appalti – o nei subappalti – pubblici sono previsti specifici strumenti che, se attivati nei tempi e nei modi prescritti, consentono agli interessati di avere direttamente dall’Amministrazione committente il pagamento delle retribuzioni dovute dal loro datore di lavoro anche in corso d’opera.
Per quanto sopra rappresentato, la scrivente O. S. allo scopo di prevenire conflitti ulteriori e situazioni di esasperazione dei lavoratori,
Chiede
all’Amministrazione Comunale di Ribera di voler applicare la normativa sopra citata e, per l’effetto, di volersi sostituire alla Società inadempiente al fine di procedere alla corresponsione degli stipendi e dei contributi dovuti ai lavoratori.
Distinti saluti

Il Segretario Generale
F.to Vincenzo Iacono