Ribera: Sono nove i positivi al coronavirus nella comunità alloggio

204

Come era nelle possibili previsioni della vigilia sono nove i pazienti psichici della comunità alloggio riberese, con l’aggiunta di un operatore sanitario, a risultare positivi al tampone molecolare a cui sono stati sottoposti nella giornata di ieri, dopo i tamponi veloci avevano rivelato la loro positività.
Si tratta di otto soggetti, di cui due si trovano da 24 ore ricoverati presso l’ospedale di Sciacca, e di un operatore sanitario della struttura per i quali la direzione della comunità ha deciso di non trasferirli nel covid hotel di via Canova dove invece sarà ospitato l’unico paziente risultato negativo. Tutti e sette avranno così la possibilità di essere assistiti e curati anche dagli operatori dell’Usca di Ribera. Dovranno stare in assoluto isolamento per 10 giorni e, subito dopo, saranno sottoposti di nuovo al tampone molecolare. I dati sono stati forniti prima dall’Asp di Agrigento e poi dal sindaco di Ribera Matteo Ruvolo e dal dirigente della comunità locale.
La situazione sembra sotto controllo anche perché i pazienti, seppure positivi, non sono usciti dalla struttura alloggio in paese per cui è possibile ritenere che il contagio lo abbiano importato forse da qualche operatore positivo asintomatico.
Per tutto il resto la battaglia contro il covid-19 prosegue intensamente con i tamponi e con le vaccinazioni. Oggi secondo il rapporto dell’Asp risulterebbero soltanto otto soggetti positivi in trattamento, 154 persone guarite, 5 deceduti, da quando nel febbraio scorso è scoppiata la pandemia.
Continuano i tamponi rapidi per il mondo della scuola. Ad oggi sono stati sottoposti ai test rapidi 320 soggetti del tutto volontari, tra cui studenti delle scuole superiori riberesi, dell’istituto musicale “Toscanini” e diversi docenti in servizio nelle istituzioni scolastiche. Il servizio dell’Usca continua oggi, si fermerà domani domenica e si concluderà nella giornata di lunedì.