Ribera: In via di completamento gli argini del fiume Sosio-Verdura

63

Stanno per essere chiusi i cantieri di lavoro per la nuova arginatura del fiume Sosio-Verdura finanziati ed appaltati dalla Regione Siciliana per circa sei milioni e mezzo di euro. Si tratta del completamento della pulizia del corso d’acqua e della creazione di nuovi argini in terra battuta, dall’area a nord di Burgio fino alla foce, nel Canale di Sicilia, passando per i territori dei comuni di Villafranca Sicula, Caltabellotta, Calamonaci, Ribera e Sciacca.
Allo stato attuale stanno per essere completati i lotti 3 e 4 in agro di Villafranca Sicula e Burgio e il lotto 6, in prossimità della foce, tra i comuni di Ribera e Sciacca. Il letto del fiume, con il controllo e la direzione dei lavori del Genio Civile di Agrigento, è stato abbassato con le ruspe perché i tanti detriti facevano sconfinare l’acqua all’interno degli agrumeti e delle aziende agricole che in passato hanno subito danni per le esondazioni.
Oggi, con i lavori che hanno permesso di pulire il letto del fiume e di creare gli argini a doppia sponda per bloccare l’onda d’urto dell’acqua, migliaia di agricoltori si sentono rassicurati sia nella produzione degli agrumi e sia nella salvaguardia di attrezzature e mezzi agricoli, preda negli anni scorsi delle terribili piene del fiume. L’autunno, da poco iniziato, ha aiutato le ditte che sono state impegnate nei sei cantieri perché, per l’assenza di precipitazioni atmosferiche, i lavori sono andati avanti abbastanza celermente. Prima dell’arrivo delle piogge di novembre e dicembre, i cantieri saranno chiusi e potrà essere verificato l’impatto che i nuovi argini avranno con il fiume in piena. Da studi tecnici e scientifici si calcola, che in un’annata media di piogge, oltre 100 milioni di metri cubi d’acqua se ne va a mare inutilizzata.
Soddisfatti appaiono migliaia di agricoltori e tutti gli amministratori comunali che si sono battuti da anni per l’urgenza dei lavori. Il sindaco di Villafranca Sicula Mimmo Balsamo, come pure gli altri primi cittadini dei sei comuni, precisa: “Da anni ci battiamo per i finanziamenti e siamo stati in allerta dal 18 febbraio del 2019 quando ad un vertice regionale svoltosi a Ribera abbiamo avuto precise assicurazioni circa le gare di appalto per i sei lotti nei quali è stato diviso il progetto generale per guadagnare tempo sulla realizzazione dell’opera”.
Intanto, per lunedì 5 ottobre, alle 10, è stato organizzato un incontro al Genio Civile di Agrigento per fare il punto sui lavori.