Montevago: contributo da 1.000 euro ed esenzione Tari per le attività commerciali bloccate da coronavirus

32

L’amministrazione comunale di Montevago, guidata dal sindaco Margherita La Rocca Ruvolo, ha incontrato ieri i titolari delle attività commerciali gravemente danneggiate dall’emergenza Coronavirus. “Per sostenere la ripresa delle attività costrette a chiudere – ha spiegato il sindaco in un post su facebook – sarà concesso un contributo a fondo perduto da 1.000 euro, a tal proposito saranno previsti 40.000 euro nel bilancio comunale. Inoltre, le attività commerciali non pagheranno la tassa sui rifiuti per sei mesi. Saranno messi in campo altri interventi se necessari. L’esenzione della tassa per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche è già prevista da norme regionali e nazionali. Per quanto riguarda le imprese edili si cercherà di assegnare a turno dei lavori comunali”.
All’incontro hanno partecipato anche il responsabile della banca “Don Rizzo” di Montevago Giuseppe Taffari e Giacomo Siracusa, commercialista di Assoimpresa che ha inaugurato uno sportello informativo come previsto da un protocollo siglato con il Comune. Lo sportello informativo è connesso alle misure proposte da Invitalia Spa nonché con tutti i servizi che Assoimpresa offre alle realtà imprenditoriali e del terzo settore del territorio del Comune di Montevago.
Assoimpresa mette a disposizione, a titolo gratuito per l’amministrazione comunale, le risorse umane atte a fornire alle imprese e alle realtà del terzo settore consulenza, assistenza e relativi adempimenti per la redazione dei progetti a valere sui fondi strutturali europei e sui fondi ministeriali gestiti da Invitalia. A breve si svolgerà un nuovo incontro con gli agricoltori.