Ribera: Quarantena e tamponi per tutti i riberesi rientrati dal Nord e dall’estero

3447

Al momento sono 120 i riberesi che, rientrati da fuori regione, dal Nord e dall’estero, oggi sotto il regine di quarantena, saranno sottoposti all’obbligo del tampone faringeo da parte dell’Asp per individuare il coronavirus. I soggetti saranno di gran lunga di più perché sono stati diverse centinaia le persone rientrate, impiegati, docenti e studenti, in Sicilia a partire dal 14 marzo scorso. Il sindaco Carmelo Pace ha fatto, attraverso i mass media, un appello ai nuovi arrivati a rimanere presso la propria residenza anche oltre il periodo di permanenza di 14 giorni e fino a quando non saranno sottoposti a tampone rinofaringeo e se ne conoscerà l’esito. Se il tampone sarà negativo l’ASP potrà procedere al rilascio della comunicazione di fine isolamento fiduciario.
Cominciano già ad arrivare i responsi delle analisi dei tamponi già effettuati. Il marito della giovane donna riberese, in ospedale a Sciacca, è negativo. Non si sa ancora niente, invece, del risultato delle analisi sulla donna 95enne di Montallegro che è stata giudicata inizialmente positiva al coronavirus. Ieri mattina dovevano essere effettuati dal dipartimento provinciale epidemiologico dell’Asp altri sette prelievi domiciliari, davanti alle ambulanze, ma il maltempo non l’ha permesso, con rinvio dell’operazione ad oggi. Intanto, le forze dell’ordine continuano ad elevare denunce, alcune centinaia, contro chi viene trovato in giro in città senza validi motivi.
La cronaca registra l’appello di una giovane donna riberese Adriana Sedita che, con la bambina, è rimasta bloccata con l’auto a Tunisi e non può rientrare in Sicilia, anche con altri mezzi. Intanto, è arrivato a Ribera presso la locale Caritas un carico di generi alimentari richiesto al banco alimentare di Cinisi. I 32 quintali di alimenti principali, da distribuire alle famiglie indigenti che non possono lavorare, sono stati trasportati in città con il camion messo a disposizione gratuitamente da Ezio Tavormina, titolare della ditta “Vivai Natura Verde”.