Ribera: Coronavirus, Vincenzo Rossello Movimento 5 Stelle “Uscita stonata, ma tutti gli altri dove sono stati in questi anni?”

1574

Probabilmente ai tempi del Covid-19 si ha molto più tempo per scrivere, propagandare e usare i social per propinare quante più fesserie possibili, con l’unico risultato di alimentare uno stato di confusione ormai generalizzato. Ha fatto molto scalpore una nota, poi rettificata, del Senatore Marinello, in quanto si attribuiva allo stesso, la volontà di trasferire la Maugeri dal presidio ospedaliero di Ribera in favore del presidio saccense, e di aver proposto il presidio di Ribera come Covid Hospital, cosa che non ha mai fatto e o richiesto.
Nella dichiarazione del senatore Marinello, l’unica nota stonata riguarda l’attribuzione di una dichiarazione da parte del Sindaco, rivelatasi non veritiera, da qui infatti nasce l’equivoco e poi la rettifica. Tutto lo scalpore nasce infatti per aver sostenuto l’incompatibilità tra la Maugeri e la eventuale possibilità che il presidio di Ribera diventasse un Covid Hospital.
Certamente avremmo fatto tutti a meno di questa “uscita stonata”, ma di certo non è attribuibile al portavoce del Movimento, volontà o richieste specifiche per screditare il nosocomio riberese, anzi, ha puntualizzato di essere disponibile a predisporre un tavolo di lavoro nel caso in cui la volontà di una rivisitazione della rete ospedaliera da parte dell’Assessore Regionale alla Salute Avvocato Ruggero Razza fosse confermata.
Mi ero promesso, anzi, ci eravamo promessi di non fare compagna elettorale su un argomento così importante come la salvaguardia del presidio ospedaliero, ma non possiamo rimanere inermi alla “resurrezione dei morti”.

La storia ci ha detto, che la politica del territorio ha abbandonato il nostro ospedale, e non possiamo permettere che oggi unanimamente si provi a cambiare lo stato delle cose, si è volontariamente abbassato tutti il capo, non è infatti possibile che nessuno si sia mai accorto di nulla se non adesso.

Chi sarebbero costoro che “cercano di rafforzare la risposta sanitaria in un momento storico particolarmente difficile”? Forse i consiglieri comunali uscenti? Forse qualche altro tuttologo candidato buono per tutte le stagioni?
Provate a chiedere ai vostri “capibastone”, ai vostri rappresentanti della prossime elezioni comunali, provate a chiederlo a voi stessi.
#unnastutatu #chiatufattu, invece è l’astag che circola sul social media.
Il senatore Marinello non ha bisogno di giustificazioni, crediamo sia in grado di assumersi le sue responsabilità e chiarire eventuali equivoci.
Oggi, possiamo ringraziare esclusivamente il lavoro che sta svolgendo l’onorevole Margherita La Rocca Ruvolo, per il ruolo, la tenacia e la perseveranza nel trovare le giuste soluzioni per la salvaguardia del presidio ospedaliero, e per ultimo il Sindaco di Ribera, che in extremis, si è accodato a tutte le iniziative da noi promosse, certi che abbia capito da che parte stare.
Questi sono i rappresentanti con cui continueremo a dialogare per risolvere la questione ospedale, tutto il resto è solo propaganda elettorale.
Detto ciò, passiamo alle cose serie… 👇

SERVE CHIAREZZA 📢
In questo periodo di forte stress sanitario, come più volte ribadito, riteniamo ci sia ancora molta incertezza da parte del management dell’Asp di Agrigento e del governo regionale.
Diversi sono stati i comunicati, le ipotesi al vaglio, mentre nessuna decisione è stata ancora presa.
In tutto questo pandemonio, il Covid-19 avanza, e non lascerà scampo alle incertezze.
In questo momento serve che l’ASP di Agrigento individui un Covid Hospital, indipendemente dalla scelta geografica, e dislochi i servizi ospedalieri verso tutti gli altri presidi della provincia.
L’individuazione del Covid Hospital serve in primis ai sanitari, che possono lavorare in sicurezza, e successivamente a rassicurare i cittadini che possono usufruire regolarmente degli ospedali in caso di necessità.
Non bisogna cadere nell’errore di fare del campanilismo nella scelta del Covid Hospital, bisogna attenzionare la problematica nel suo complesso, altrimenti rischiamo che il governo regionale e di conseguenza l’ASP non decidano mai nulla, con il rischio che in tutti gli ospedali della provincia ci possano essere persone con patologie Covid-19.
Questo risulterebbe catastrofico per la salute di una intera comunità, serve chiarezza, serve fermezza, serve che qualcuno prenda una decisione per garantire una corretta assistenza sanitaria, sia alle persone affette da Covid-19 sia alle persone affette da qualsiasi altra patologia.
La scelta di un Covid Hospital non può essere certamente fatta giocando a dadi, ma deve indubbiamente essere fatta con cognizione di causa, deve essere accompagnata da una struttura ospedaliera, da personale medico specializzato, da una serie di considerazioni tecnico scientifiche, che possano avallare tale scelta.
In tutto ciò confidiamo nel buon senso e nella correttezza delle scelte da parte dell’Onorevole Margherita La Rocca Ruvolo, presidente della VI Commissione Salute all’ARS, e nel lavoro della deputazione del Movimento 5 Stelle.
Non è certo questo il momento, di fare proclami e annunci, ma questo stato di emergenza sanitaria ci ha ricordato, semmai ce lo fossimo dimenticati, quanto è importante il sistema sanitario, e quanto è importante il nostro presidio ospedaliero, come più volte ribadito, non ci fermeremo affinché il nostro presidio ospedaliero non verrà riconosciuto come ospedale di zona disagiata.

Vincenzo Rossello

Coordinatore Assemblea Permanente Movimento 5 Stelle a Ribera