Ribera: Coronavirus, situazione stazionaria ai 4 casi esistenti.

2365

La situazione per l’epidemia del coronavirus per fortuna è stazionaria. E’ ferma ai 4 casi dei giorni scorsi e si attende solo il responso sul tampone rinofaringeo di un ragazzino di 11 anni. Due dei quattro, infettati dal Covid 19 e ricoverati nell’ospedale di Sciacca, sono stati dimessi, asintomatici, sono tornati in città, dove la coppia dovrà rimanere in isolamento domiciliare obbligatorio in attesa di ulteriori indagini. Gli altri due, invece, si trovano già da qualche giorno chiusi nelle loro abitazioni, in fase di quarantena. Resta soltanto in sospeso la posizione di un undicenne riberese le cui analisi, dopo il prelievo, non sono state ancora completate. Per altri due indagati, venerdì, i tamponi si sono rivelati negativi.
Resta pressante l’appello del sindaco Carmelo Pace che ogni mattina, via web e stampa, rivolge un accorato appello ai suoi concittadini a rimanere tappati in casa, di uscire solo per necessità estrema, e invita tutti i riberesi che rientrano dall’Italia e da ogni parte del mondo a riferire il loro arrivo alle istituzioni sanitarie ed amministrative, rimanendo in isolamento obbligatorio. Chiusura di uffici per disinfestazione, di giardini, ville e parchi giochi per sanificazione, servizio di disinfezione delle arterie urbane, istituzione di un numero telefonico comunale (3371562637) per anziani e nuclei familiari disagiati.
A 24 ore dalla costituzione di 15 gruppi intercomunali, Covid 19, nei 15 comuni del comprensorio sanitario riberese, per raccogliere somme di denaro al fine di acquistare dei respiratori automatici ed altre attrezzature per il nosocomio di zona di Ribera, sono state già annunciate somme per circa 20 mila euro, in una petizione che rimane aperta, nell’eventualità della creazione a Ribera di un’unità di una rianimazione intensiva.