Ribera : Elezioni, il Pd sceglie la coalizione di Alfredo Mulè

1324

L’assemblea dei tesserati del Partito Democratico ha scelto di appoggiare il candidato sindaco Alfredo Mulè, a meno di 24 ore dalla ufficializzazione della candidatura. La decisione è venuta fuori nel corso di una riunione del partito, già programmata, che ha messo fine ad una serie di ipotesi che si erano fatte nei giorni scorsi sulla linea che il partito doveva adottare.
Sono caduti, dunque, nel vuoto gli appelli all’unità delle forze di sinistra dei due deputati Carmelo Miceli e Michele Catanzaro che con una nota avevano invitato iscritti e tesserati del partito a fare fronte comune contro chi aveva amministrato Ribera per dieci anni. A loro si erano uniti pure i rappresentanti dell’Articolo 1 che avevano proposto una colazione di sinistra. C’era stato pure un altro appello, quello di candidato sindaco Francesco Montalbano, a volere correre insieme con un obiettivo comune. Il Partito Democratico, il segretario Liborio D’Anna e i tesserati hanno scelto diversamente.
E per domenica mattina, alle ore 10,30, nella sala convegni “Emanuela e Giovanni Ragusa” è stata programmata una conferenza stampa nel corso della quale sarà presentato il neo candidato sindaco Alfredo Mulè che è appoggiato nella competizione elettorale dal sindaco Carmelo Pace, dall’ex deputato Salvatore Cascio e dall’on. Roberto Di Mauro.
Stringono i tempi in vista dell’elezione amministrativa del 24 maggio e in previsione del 30 aprile, data ultima per la presentazione delle liste dei candidati al consiglio. Altri nodi saranno scelti nei prossimi giorni. E’ il caso del Movimento 5 Stelle che, se non troverà alleati “idonei”, aveva annunciato nei giorni scorsi, correrà da solo con un proprio candidato. Lo stesso dicasi della Lega, alla ricerca di una propria posizione nello scacchiere politico non solo regionale, ma anche locale.