Ribera : Istituto comprensivo “Crispi”, incontro tra alunni, docenti, famiglie ed istituzioni sul bullismo

479

Anche quest’anno importanti iniziative dell’Istituto Comprensivo “Francesco Crispi” sulla prevenzione dei rischi del mondo virtuale, nell’ambito del progetto d’Istituto “Insieme contro il Bullismo e il Cyberbullismo”, come previsto dal Miur e dalla normativa vigente e come deliberato nel PTOF A.S. 2019-20, nei mesi di gennaio e febbraio sono state programmate una serie di attività didattico/formative di prevenzione del Bullismo e del Cyber Bullismo attraverso momenti di approfondimento specifici rivolti agli studenti del nostro Istituto.
Il 7 febbraio 2020 si è tenuta la giornata nazionale contro il bullismo e il Cyber Bullismo denominata “Un Nodo Blu – le scuole unite contro il bullismo”. In tale occasione la scuola ha sposato questa iniziativa e, nel cortile esterno di Piazza G. Cesare, gli alunni delle classi IV-V scuola primaria, guidati dai docenti, hanno formato il nodo blu umano (con i grembiuli blu).


In concomitanza con la giornata mondiale contro il Bullismo l’Istituto ha aderito per la prima volta alla 7^ Giornata Mondiale della Diversità “Giornata dei Calzini spaiati”.
La giornata dei calzini spaiati si è celebrata con l’intento di coinvolgere grandi e piccini nello spirito più semplice dell’amicizia e del rispetto degli altri, della solidarietà e della specialità di ognuno di noi. Lo slogan scelto per questa edizione è stato: “Tutti uguali, tutti diversi, tutti importanti”.
La lunga mattinata è proseguita con un momento di riflessione condivisa tra alunni, docenti, il referente Bullismo prof. Sutera e la dirigente scolastica dott.ssa Paola Raia. In questa occasione i bambini della classe V della primaria hanno recitato all’interno di un vero teatrino di legno la favola “Anche le calze piangono” mentre la classe IV scuola primaria, ha mostrato dei lavori svolti inerenti le tematiche del Bullismo.
Le iniziative dell’Istituto non si sono esaurite qui ma sono proseguite l’11 febbraio in concomitanza con il Safer Internet Day 2020 (SID) – “Together for a Better Internet” – giornata mondiale per la sicurezza in rete istituita e promossa dalla Commissione Europea per un uso consapevole della rete e degli strumenti tecnologici, a cui la scuola ha aderito con un’altra importante manifestazione che ha visto gli alunni delle classi seconde e classe V della scuola primaria presso la presso la sala convegni “Emanuela e Giovanni Ragusa” del Comune di Ribera partecipare all’incontro–dibattito dal titolo “Noi possiamo…insieme contro il Bullismo e Cyber Bullismo”.

Hanno relazionato i rappresentanti delle istituzioni (sindaco, dirigente scolastico, carabinieri) ed esperti (psicologo), i quali hanno affrontato la delicata tematica, soffermandosi sui rischi derivati dall’uso non consapevole del web e dei social network e le conseguenze psicologiche ed emotivo/relazionali, provocate da atti di Bullismo e Cyber Bullismo. L’iniziativa ha visto protagonisti anche alcuni alunni, che per l’occasione hanno esposto delle riflessioni sulla tematica, realizzati in forma scritta, grafica e multimediale.
Ha introdotto i lavori la dirigente scolastica dott.ssa Paola Raia che ha esposto nelle linee generali il fenomeno del Bullismo e del Cyber Bullismo e le responsabilità sia dei genitori che della scuola. Inoltre ha messo in evidenza il carattere preventivo della legge n.71/2017 e l’importanza delle istituzioni, nel processo formativo delle nuove generazioni.
Interessante l’intervento del capitano dei carabinieri Marco Ballan che, dopo un breve video relativo alle attività da loro svolte quotidianamente, si è soffermato sui rischi dei social network e sull’uso improprio di immagini, video e messaggi. Infine l’intervento della dott.ssa Claudia Pipia, psicologa, la quale si è soffermata sulle conseguenze emotive e psicologiche derivanti da eventuali comportamenti scorretti nell’uso della rete.
Al termine il referente del Bullismo e Cyber Bullismo dell’ istituto prof. Sutera ha sottolineato come l’evento sia stato uno degli step previsti dal progetto d’istituto inerente l’area legalità del PTOF, che ha contribuito a rendere concreta l’azione di prevenzione da parte della scuola in collaborazione con le altre istituzioni nei riguardi di una tematica così attuale. Con tale progetto si è voluto sensibilizzare gli alunni, dando loro i giusti strumenti di conoscenza, partendo dal presupposto che conoscere significa prevenire, educando ad un uso responsabile e consapevole di Internet, sfruttandone le potenzialità senza incorrere nei rischi connessi al mondo virtuale.