Ribera: La polizia municipale diminuisce le ore di reperibilità

986

Sempre in stato di agitazione la polizia municipale i cui componenti chiedono da tempo il pagamento degli emolumenti relativi al servizio di straordinaria reperibilità. Nel corso di un’assemblea della categoria, dopo le sollecitazioni delle organizzazioni sindacali della CGIL e della CISL, è stato deciso di rinnovare gli incontri fino a quando il comune di Ribera non avrà provveduto alle spettanze relative a tutto il 2019. Inoltre, ispettori ed agenti hanno concordato, in base all’articolo 24 del CCNL, di potere svolgere non più di sei ore di reperibilità per cui a fine mese non potranno più assicurare tale servizio.
Affermano che non possono ricorrere allo sciopero perché devono assicurare i servizi essenziali di polizia locale che comporta l’impegno e l’impiego di tre unità al mattino e di altrettante di pomeriggio. Per il servizio svolto durante il 2019 il personale non ha ricevuto alcuna somma circa la reperibilità, nonostante abbia sollecitato il pagamento in occasione dell’approvazione nel dicembre scorso del bilancio di previsione per l’anno appena passato.
Circola voce, negli ambienti municipali, che l’amministrazione civica abbia in programma tra breve di approvare una delibera di giunta che deve passare dal consiglio comunale per diventare operativa al pagamento delle spettanze.