Ribera: I consiglieri di opposizione “Basta con l’improvvisazione e la superficialitá della giunta Pace”

527
Riportiamo il comunicato dei consiglieri di opposizione:
“In merito alla questione relativa al caso “Riberambiente S.R.L.”, preso atto di quanto emerso dall’ultimo dibattito in seno al Consiglio comunale del 27/11/2019, i sottoscritti consiglieri comunali sentono la necessità di precisare e puntualizzare quanto segue:
appare di assoluta evidenza che l’ultimo Consiglio Comunale, avente appunto ad oggetto la problematica relativa al servizio di raccolta dei rifiuti in carico alla Società Riberambiente S.R.L., si è purtroppo trasformato nell’ennesima disgustosa farsa proposta dall’Amministrazione Comunale: questa, infatti, di fronte a precise domande ed argomentazioni puntualmente poste dai consiglieri di opposizione per fare chiarezza sulla gestione della detta Società – anche alla luce dei vari avvicendamenti di Amministratori della stessa -, con un comportamento alquanto reticente oltre che contrario alle più elementari regole di trasparenza  e buon andamento nella gestione della cosa pubblica, ha cercato di camuffare tutte le proprie gravi inadempienze:

In particolare, tale ultimo goffo tentativo di addossare ad altri le proprie responsabilità è avvenuto per bocca del vice-sindaco Inglese, il quale ha tentato di scaricare le stesse esclusivamente solo sul primo Amministratore della Società partecipata, all’epoca nominato, Arch. Lo Brutto.

Quest’ultimo tra l’altro è stato già da tempo revocato dal Sindaco di Ribera, il quale a sua volta – è doveroso sottolinearlo – con il suo solito e  biasimevole modo di fare si è sottratto come al solito ai propri doveri, mancando per l’ennesima volta alla seduta consiliare in questione, e mostrando – anche in questa occasione – l’abituale atteggiamento di superficialità  ed irresponsabilità nell’esercizio del ruolo di primo cittadino ed amministratore della cosa pubblica, per di più di fronte a questioni ed argomenti di rilevante importanza, e forte ricaduta nei confronti dei cittadini.

Tornando a quanto accaduto nel corso del Consiglio Comunale u.s., è apparso chiaramente che sulla vicenda Riberambiente Srl l’operato dell’Amministrazione Pace è improntato all’improvvisazione.

Tanto ciò è vero considerando che le  diverse problematiche, già in precedenza evidenziate dai sottoscritti consiglieri comunali (anche attraverso l’istituto delle interrogazioni), risultano tuttora non risolte, ma anzi, semmai, ancor di più complicate ed acuite:  ciò denota un comportamento del primo cittadino – oltre che non confacente con le elementari ed opportune regole di buon andamento, trasparenza ed efficienza della Pubblica Amministrazione – assolutamente indifferente rispetto agli interessi della cittadinanza.

L’Amministrazione Pace continua insomma a navigare a vista su tantissime tematiche di fondamentale importanza per la città, tra cui ad esempio (per citare solo le ultime) la vicenda stabilizzazione dei lavoratori precari contrattisti e c.d. Asu, quella relativa a Villa Futura,  quella inerente la qualità e quantità di aree cedibili in proprietà o diritto di superficie con relativi prezzi di cessione, ecc. ecc.. ed in tali vicende l’Amministrazione si è comportata prima proponendo di inserire i punti relativi ai detti argomenti all’ordine del giorno, salvo poi chiedere sistematicamente – una volta arrivati in Consiglio Comunale – di ritirarli con la scusa della carenza di motivazione e/o presunte irregolarità nella presentazione dei medesimi.

Pertanto, è assolutamente evidente che l’Amministrazione Pace non abbia neanche più il coraggio di assumersi la responsabilità delle proprie gravi e ripetute inadempienze, cercando di nasconderle sottraendosi addirittura al dibattito in Consiglio Comunale”.

                                                                                                                                                            I Consiglieri Comunali
ANGILERI M.G.
CAICO D.
D’AZZO F.
FAILLA R.
FARRUGGIA M.
LUPO C.
MULE’ F.
TRAMUTA G.