Ribera : Muore a Caltanissetta in ospedale il muratore caduto dall’impalcatura

4375

E’ morto in ospedale, al Sant’Elia di Caltanissetta, l’operaio edile riberese che il 29 ottobre scorso era rovinosamente caduto da un’impalcatura. E’ rimasto per circa un mese in coma farmacologico, purtroppo senza riprendere conoscenza dal momento della caduta. Si tratta di Antonino Firetto, di 58 anni, che lascia la moglie. Era stato prontamente trasportato dal nosocomio riberese all’ospedale nisseno perché le sue condizioni sono apparse gravi. E’ riuscito a resistere circa un mese, ma le sue condizioni si sono aggravate a causa di diversi traumi, tra cui uno al capo. I suoi funerali si volgeranno molto probabilmente lunedì pomeriggio nella chiesa di San Nicola, nel popoloso quartiere Rinascita dove abitava.
L’operaio edile era rimasto vittima di una caduta all’interno di un cantiere privato posto nella via Po (la foto è di repertorio), alla periferia del centro urbano proprio sotto il cimitero. Il Firettto, stando agli accertamenti sarebbe caduto da un’altezza di circa 3 metri dal pontile-impalcatura dell’abitazione in riparazione. Sembrava una banale caduta, ma l’operaio avrà sbattuto la testa. Prontamente soccorso dai compagni di lavoro è stato accompagnato all’ospedale riberese dove i medici, vista la gravità del trauma, hanno fatto intervenire l’elisoccorso che ha trasportato il lavoratore edile all’ospedale Sant’Elia di Caltanissetta.