Ribera: Il Movimento 5 Stelle chiede un’audizione alla Commissione Salute dell’Ars per i problemi dell’ospedale

727

Il coordinatore del Movimento 5 Stelle di Ribera Vincenzo Rossello, in relazione alle forti criticità riguardanti il presidio ospedaliero “F.lli Parlapiano” di Ribera chiede con una nota essere convocato, con altri dirigenti, per dare il contributo alla discussione per la definizione del futuro del presidio ospedaliero, in qualità di rappresentanti del territorio e nell’interesse della collettività.
Questa la lettera inviata al presidente della commissione Margherita La Rocca Ruvolo, alla deputazione tutta e ai sindaci di una dozzina di comuni del comprensorio riberese ed allegata alla richiesta di audizione.
“Secondo il D.M. n. 70 del 2 aprile 2015 “Regolamento recante definizione degli standard qualitativi,strutturali, tecnologici e quantitativi relativi all’assistenza ospedaliera” sarebbe possibile – come specificatoal punto 9.2.2 (vedi ZONA PARTICOLARMENTE SVANTAGGIATA) – prevedere su Ribera un Presidio Ospedaliero di Base in grado di garantire, tramite attività di Pronto Soccorso, un servizio di emergenza efficace per tutte le zone adesso afferenti, vedi zone pre-montane geograficamente disagiate con collegamenti viari carenti e con elevati dei tempi di percorrenza che si allungano oltremodo specie inoccasione di eventi atmosferici avversi, come temporali o addirittura in presenza di neve.
I Comuni interessati sono Ribera (19.055 abitanti), Calamonaci (1.327 abitanti), Burgio (2.650 abitanti),
Villafranca Sicula (1.389 abitanti), Lucca Sicula (1.787 abitanti), Cianciana (3.422 abitanti), Alessandria della
Rocca (2.959 abitanti), Bivona (3.655 abitanti), Santo Stefano Quisquina (4.601 abitanti), Caltabellotta
(3.615 abitanti), Montallegro (2.542 abitanti) e Cattolica Eraclea (3.715 abitanti) per un numero di abitanti
residenti pari a 50.717 equivalenti al 12% della popolazione residente in provincia di Agrigento.
Attualmente il Presidio Ospedaliero di Ribera è stato accorpato a quello di Sciacca, andando a formare
insieme un centro DEA I° con un’unica gestione che, probabilmente, ha portato ad una scorretta
organizzazione sia delle risorse umane che degli investimenti utili ad una adeguata offerta sanitaria.
Attualmente i reparti attivi, o quasi attivi, presso l’Ospedale F.lli Parlapiano di Ribera sono:

PRONTO SOCCORSO

MEDICINA

CHIRURGIA

RADIOLOGIA (12 ore diurne + 12 ore di notte con personale reperibile)

LABORATORIO ANALISI (12 ore + 12 ore di notte con personale reperibile)

Il quasi attivi è legato al fatto che mancando il personale medico e sanitario, come ad esempio nei reparti di
medicina e chirurgia, il servizio sanitario offerto è ai limiti del consentito, sia per il personale medico e
sanitario che vi presta servizio che per i pazienti stessi.
Per lo stesso motivo, il reparto di GERIATRIA, pur presente sulla carta, non è ancora attivo.
Perfettamente attive e funzionanti sono la TAC e la SALA OPERATORIA, utilizzate purtroppo al minimo delle
loro potenzialità.
Nel corso degli anni, sempre a causa di una maggiore restrizione delle risorse, sono stati soppressi altri
reparti come Ortopedia e Cardiologia, per non parlare dell’ormai quasi dimenticato Punto Nascita.
PREMESSO QUANTO SOPRA
SI CHIEDE

Vengano annullate/modificate e/o disattese e/o revocate tutte le delibere che possano portare alla
chiusura anche graduale del PRONTO SOCCORSO;

Venga attuato un piano strategico di potenziamento dell’Ospedale di Ribera garantendo ai cittadini
un PRESIDIO OSPEDALIERO a tutela della salute dei cittadini del comprensorio, in attesa di nuovo
adeguamento e riorganizzazione della rete ospedaliera regionale al DM 70/2015;

Venga sin da subito garantita la presenza di personale medico e sanitario in grado di soddisfare le
esigenze della collettività, utilizzando le risorse umane e le figure professionali già presenti nel
nostro Distretto Ospedaliero AG2 (Ospedali Civili Riuniti Sciacca-Ribera). Affinché ci sia un
appropriato affiancamento dei medici contrattisti o in alternativa la turnazione su Ribera degli
strutturati del p.s. di Sciacca così come già avvenuto in precedenza. Soluzione di semplice
attuazione, dunque, e quasi a costo zero (utilizzando se necessario l’istituto delle ore aggiuntive).”

Assemblea Permanente Movimento 5 Stelle a Ribera