Ribera: Piogge abbondanti, esonda il fiume Platani. Passerella di Seccagrande intransitabile. Situazione sotto controllo per il resto

3428

Ha piovuto per quasi 72 ore, in maniera copiosa, ma la situazione in città, ma soprattutto nelle campagne, dove scorrono già in piena i tre fiumi, Sosio-Verdura, Platani e Magazzolo, è sotto controllo. Soltanto il fiume Platani è esondato, come ogni anno accade, nei giardini a ridosso della SS 115.
I carabinieri, la polizia municipale e la protezione civile comunale non lamentano alcuna segnalazione di danni alle persone e alla viabilità. Scuole di ogni ordine e grado sono rimaste chiuse. La vigilanza in paese, dove è caduto soltanto qualche albero, è quotidiana. Lo è soprattutto nelle campagne nelle tre vallate dei fiumi ad opera di migliaia di agricoltori che non possono entrare per la pioggia, per fortuna stavolta non violenta, nelle loro aziende agrumicole ed olivicole, ma che segnalano come l’acqua nel letto dei fiumi Sosio-Verdura sia già salita al limite del livello dei giardini e potrebbe esondare tra i frutteti se dovessero continuare ancora le precipitazioni atmosferiche. Sul tratto medio del fiume Platani gli agrumeti sono stati invasi dalle acque melmose. L’esondazione, in quanto non vi sono argini, è ben visibile da chi passa in auto sul ponte della strada statale 115. Gli agrumeti tornano sott’acqua. A Seccagrande, la passarella sul fiume Magazzolo, per raggiungere Borgo Bonsignore, è intransitabile. L’acqua ha ricoperto la strada. E’ pericoloso transitare.


Sul fiume Verdura i coltivatori temono un’altra esondazione come quella del 2-3 novembre dell’anno scorso e denunciano ormai da mesi che gli annunciati lavori di pulizia dell’alveo e di risagomatura degli argini non siano stati ancora fatti, nonostante gli annunci del presidente della Regione Musumeci e la copertura finanziaria per 6 milioni di euro dei lavori. Il dirigente zonale della Cia Andrea Puleo ha più volte segnalato i gravi pericoli che agricoltura ed aziende corrono e l’on. Claudio Fava ha presentato un’interrogazione all’assessore al Territorio per conoscere i motivi che non hanno reso possibile l’intervento di manutenzione sul fiume Sosio-Verdura.
Si teme che l’acqua caduta nell’area montana, per raggiungere il mare, possa ingrossare oltremodo i fiumi.