Ribera: Inaugurato ieri mattina il nuovo anno scolastico all’istituto comprensivo “Crispi”

922

Una splendida giornata di sole in cortile e tanto, tanto entusiasmo al plesso centrale della scuola Crispi dove si è svolta la cerimonia inaugurale dell’A.S. 2019/2020. Un momento rituale, ha sottolineato la dirigente Maria Paola Raia che ha aperto la manifestazione porgendo il benvenuto a tutti i presenti tra cui un folto numero di genitori, che assume ogni anno una connotazione sempre più forte ed originale. L’Inno di Mameli è stato intonato da tutti e accompagnato dai violini, dai pianoforti, dalle chitarre e dai clarinetti dell’orchestra della scuola dove è attivo da diversi anni il corso ad indirizzo musicale.

Un momento di festa per il quale è stato scelto lo slogan “1, 2 e 3… ricominciamo insieme”, a sottolineare il senso di una identità forte della scuola intitolata all’illustre concittadino Francesco Crispi, la prima scuola sorta a Ribera nel dopoguerra.

Durante la cerimonia, alla quale erano presenti anche l’ex preside Caterina Accursio, la preside dell’Istituto superiore Crispi Antonella Triolo e l’assessore alla cultura Montalbano, sono stati consegnati gli attestati di merito agli alunni eccellenti dell’anno scolastico precedente, alla presenza anche dei loro genitori. Un momento significativo, ha sottolineato la dirigente, perché la valorizzazione delle eccellenze assume sia il valore intrinseco di riconoscimento e accrescimento dell’autostima degli studenti, che il valore estrinseco della creazione di “modelli” da emulare di cui i giovani hanno sicuramente bisogno.

A seguire le esibizioni dei piccoli della scuola dell’infanzia e della scuola primaria, quindi degli alunni della scuola secondaria di I grado che oltre alla performance orchestrale hanno allietato i presenti con balli moderni di gruppo. La dirigente si è detta molto soddisfatta della riuscita della festa inaugurale e ha ringraziato tutti coloro che hanno reso possibile la realizzazione dell’evento, dai collaboratori scolastici ai docenti, dall’amministrazione comunale ai genitori tutti.