Ribera: Terreno di spaccio di droga degli extracomunitari. Arresti e denunce tra Sciacca e Ribera

1490

Non c’è ormai un week end nel corso del quale i carabinieri non intervengano per arrestare, denunciare e segnalare alla prefettura quanti continuano a spacciare sostanze stupefacenti. I periodici controlli dei militari continuano a bloccare soprattutto extracomunitari, tunisini e marocchini, trovati in possesso addosso e in macchina droghe leggere come hashish e pesanti come la cocaina. Le sostanze stupefacenti, già confezionate in dosi, erano destinate ai giovani, anche a quelli delle scuole superiori. Pare che si tratti di semplici spacciatori che sono stati alcuni arrestati, altri segnalati alla prefettura e altri ancora destinatari di fogli di via dal territorio. I carabinieri della locale tenenza sono alla ricerca di quanti li riforniscono.

Il bilancio dell’ultima settimana di attività di contrasto al fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti, in particolare nel Comune di Sciacca è di tre arresti e due denunce a piede libero. Arrestato un 25enne saccense, trovato in possesso di 5 grammi di cocaina, dai Carabinieri della sezione radiomobile. Sempre le “gazzelle” dei Carabinieri, hanno tratto in arresto a Sciacca, un 19enne senegalese trovato in possesso di oltre 10 grammi di hashish suddivisa in dosi pronte allo smercio. La Tenenza di Ribera ha invece arrestato un tunisino 34enne con varie dosi di cocaina per un peso di circa 10 grammi. Altri due soggetti: un senegalese e un giovane di Sciacca, sono stati invece denunciati perché trovati in possesso di qualche grammo di hashish. La recente riapertura delle scuole ha spostato l’attenzione dei militari dell’Arma, che resta massima in relazione al fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti, dai luoghi della movida anche ai pressi degli istituti scolastici.