Ribera: Interrogazione dei consiglieri di opposizione sui rapporti tra il Comune e Riberambiente s.r.l.

473

I sottoscritti Consiglieri Comunali

PREMESSO che la gestione integrata dei rifiuti nel comune di Ribera è già stata oggetto di attenzione da parte dei sottoscritti i quali, oltre ad alcuni comunicati-stampa sull’argomento, hanno in passato presentato interrogazioni alle quali l’Amministrazione Comunale o non ha risposto o ha fornito risposte parziali, generiche e non soddisfacenti;

PREMESSO che una delle suddette interrogazioni era stata inviata, per conoscenza, anche al Collegio dei Revisori del Comune di Ribera;

PREMESSO che dopo molti anni di gestione della raccolta dei rifiuti nel comune di Ribera, la SOGEIR S.p.A., da più di un anno, non svolge più la suddetta attività;

PREMESSO che, vigente il rapporto tra SOGEIR S.p.A e Comune di Ribera, quando la suddetta società non è stata nelle condizioni di assicurare il servizio previsto dal contratto, l’Amministrazione Comunale ha provveduto ad effettuare il servizio con l’affidamento a ditte terze, come nel caso della raccolta dei rifiuti nelle località marittime durante il periodo estivo;

PREMESSO che, in atto, la gestione integrata dei rifiuti è affidata alla “Riberambiente s.r.l.”, società a totale partecipazione comunale;

PREMESSO che alcuni organi di informazione hanno dato notizia di uno scambio di opinioni al limite delle accuse tra rappresentanti della Giunta Municipale di Ribera e l’Amministratore Unico della Riberambiente s.r.l., culminato con un pubblico aspro confronto nel corso del consiglio comunale del 27 marzo u.s, convocato su richiesta di alcuni Consiglieri dell’opposizione;

PREMESSO che con Determinazione del Sindaco N. 7 del 30.04.19 è stato revocato il mandato di Amministratore Unico della società “Riberambiente s.r.l.” all’Architetto Antonino Lo Brutto, già conferito con Determinazione del Sindaco N. 12 del 08.11.2017;

CONSIDERATO che perdura una situazione di evidente inefficienza nella pulizia della città e nell’igiene pubblica, a fronte di ripetute dichiarazioni di Amministratori Comunali che parlano di risultati eccellenti ottenuti nel settore della raccolta dei rifiuti;

CONSIDERATO che, a detta di alcuni Amministratori, la raccolta differenziata dei rifiuti avrebbe raggiunto, nel comune di Ribera, percentuali superiori al 70%;

CONSIDERATO che nonostante i suddetti risultati, l’aliquota della TARI continua a mantenersi ancora molto elevata, nonostante le ripetute promesse di diminuzione da parte degli Amministratori locali;

CONSTATATO che il Comune di Ribera continua ad essere socio della società SOGEIR IMPIANTI, già facente parte della società SOGEIR posta in liquidazione;

APPRESO dell’esistenza di un contenzioso tra la Riberambiente s.r.l. e la società NICA, insorto a seguito della revoca di un servizio già affidato alla suddetta società affidataria;

CONSIDERATO che, per quanto riportato da atti ufficiali e da organi di informazione, la suddetta controversia potrebbe presentare profili di presunte illegittimità ed ingenerare dubbi sulla trasparenza e la regolarità di alcune procedure legate all’affidamento ed alla revoca del servizio di cui sopra;

RITENUTO che l’Amministrazione Comunale deve informare con certezze e chiarezza i cittadini-contribuenti, che sostengono l’intero costo del servizio di gestione integrata dei rifiuti, ammontante a più di tre milioni di euro l’anno;

Tutto ciò premesso, considerato e ritenuto

PROPONGONO INTERROGAZIONE
CON RICHIESTA DI RISPOSTA SCRITTA

Al Sindaco ed agli Assessori competenti per sapere

– E’ stato definitivamente risolto il contratto di servizio tra il Comune di Ribera
e la So.Ge.I.R. S.p.A., e con quale eventuale atto amministrativo ?

– Essendosi concluso il rapporto di prestazione d’opera da parte di
So.Ge.I.R, l’Amministrazione Comunale ha proceduto al calcolo delle
eventuali pendenze economiche tra le parti ?

– A quanto ammontano le somme, per vari anni pagate dal Comune di
Ribera per provvedere alla raccolta dei rifiuti nelle borgate estive, a seguito
delle carenze della SOGEIR S.p.A.?

– Dette somme, derivanti da inadempienze della So.Ge.I.R. S.p.A. sono state
considerate a titolo anticipatorio e quindi conteggiate nel rapporto
economico tra l’Amministrazione Comunale e la SOGEIR S.p.A.?

– Esiste ancora un qualsivoglia rapporto tra Comune di Ribera e So.Ge.I.R.
S.p.A. e/o altre società ad essa a qualsiasi titolo riconducibili?

– Il Comune di Ribera ha partecipato alle aste indette, in passato, dalla
So.Ge.I.R. S.p.A. per l’alienazione di automezzi e, se si, si è aggiudicato
qualche automezzo messo all’asta ?

– E’ stato stipulato un contratto di servizio tra il Comune di Ribera e
Riberambiente S.r l., al fine di regolare il rapporto tra le parti? Se si, quale
organo istituzionale ha provveduto alla sua approvazione ?

– Quale tipo di rapporto si configura tra Riberambiente S.r.l. e gli operatori
impiegati nella raccolta di rifiuti ?

– Riberambiente S.r.l. dispone di propri automezzi o ricorre a ditte esterne ?
Se utilizza automezzi non propri, quali procedure sono state attivate per
l’eventuale nolo? Nel caso in cui siano stati attivati noli, si richiede l’elenco
delle ditte che di volta in volta sono risultate aggiudicatarie e le somme
spese per ogni singola aggiudicazione.

– L’attività svolta da Riberambiente S.r.l. dall’avvio del servizio e fino alla data
attuale è conforme ad un piano finanziario concordato con
l’Amministrazione Comunale ed approvato da un organismo assembleare, o
è stata effettuata in autonomia dal Socio Unico ?

– Il Comune di Ribera ha esercitato ed esercita attività di controllo e
monitoraggio sull’attività di Riberambiente s.r.l. e con quali strumenti?
E’ stato individuato, fra i dipendenti del Comune di Ribera, un responsabile
della suddetta attività di controllo e di monitoraggio ?
– Poiché la Risoluzione del Parlamento Europeo del 24 maggio 2012 ed il
D.Lgs n. 152 del 3 aprile 2006 prevedono anche la “bonifica dei siti
inquinati”, il Comune di Ribera ha assegnato a Riberambiente S.r.l. la
gestione di eventuali siti inquinati ricadenti nel proprio territorio?

– Il Comune di Ribera ha ottenuto da parte dell’Assessorato Regionale
competente un finanziamento di circa € 330.000,00 per la collocazione di
contenitori per la raccolta di tutti i materiali riciclabili con maggiore
attenzione alle batterie, agli oli esausti, ai neon e ai RAEE ? Se si, come è
stata spesa la suddetta somma ?
E’ stata rivolta “maggiore attenzione” alle batterie, agli oli esausti, ai neon e
ai RAEE ?

– Esistono documenti ufficiali attestanti la percentuale di raccolta differenziata
raggiunta nei vari anni dal comune di Ribera ?

– Se confermata la percentuale del 70% di raccolta differenziata, per quale
motivo l’Amministrazione Comunale non ha provveduto a proporre la
diminuzione della TARI, come avvenuto nei comuni della Sicilia che
hanno raggiunto percentuali anche inferiori rispetto a quelle ottenute dal
Comune di Ribera ?

– Quale ruolo ha avuto l’Amministrazione Comunale nella determinazione del
contenzioso tra la Riberambiente s.r.l. e la società NICA ?

– Il Comune di Ribera ha pubblicato e pubblica annualmente sul proprio sito
internet ed invia al Dipartimento del Tesoro i dati e le informazioni relative
alle partecipazioni detenute ?

– I prospetti dimostrativi dei debiti e crediti tra il Comune di Ribera e gli
organismi partecipati recano la “doppia asseverazione” degli organi di
revisione così come rimarcato dalla Sezione delle Autonomie con la
deliberazione SEZAUT 2/2016/QMIG ?

– Si sono verificati casi di mancata conciliazione dei rapporti creditori e
debitori tra il Comune di Ribera e gli organismi partecipati ?
– Circa l’accantonamento a copertura di perdite, dai dati comunicati dalle
società partecipate si rilevano risultati d’esercizio negativi che
obbligherebbero l’Ente a provvedere ad accantonamenti al fondo rischi ?

– Gli acquisti di lavori, beni e servizi da parte di Riberambiente s.r.l. vengono
effettuati secondo la disciplina di cui al D.lgs n. 50 del 2016?

– Poiché nella Determinazione del Sindaco N. 7 del 30.04.19 avente per
oggetto “Revoca dell’Amministratore Unico della società partecipata
Riberambiente s.r.l.” è scritto che nel corso dell’attività svolta si è avuto
modo di constatare che il rapporto tenuto dall’Amministratore Unico con la
proprietà della società, è stato caratterizzato da ritrosia continuata e
perseverata nel corrispondere alle richieste di informazioni sull’attività della
società si chiede di sapere se e quali atti formali di richiesta di
informazioni siano stati inoltrati all’Amministratore Unico della società
Riberambiente e/o se le suddette richieste di informazione siano state
rassegnate al destinatario soltanto a voce senza essere accompagnate da
atti formali. Si desidera, inoltre, sapere perché l’Amministrazione
Comunale non ha ritenuto di informare di tale ritrosia continuata e
perseverata il Consiglio Comunale.

– Poiché nella Determinazione del Sindaco N. 7 del 30.04.19 avente per
oggetto “Revoca dell’Amministratore Unico della società partecipata
Riberambiente s.r.l.” è scritto che sono state riscontrate iniziative non in
linea con le norme che regolano l’attività delle società partecipate oggetto di
esplicita contestazione mediante nota di avvio del procedimento di
revoca…..notificata all’ Arch. Antonino Lo Brutto e che in detta nota sono
stati individuati sette motivi di contestazione all’Amministratore Unico, si
desidera sapere se l’individuazione delle suddette criticità sia avvenuta
soltanto all’atto della succitata contestazione o se siano state già in
precedenza evidenziate e contestate all’Amministratore Unico.

– Essendo stata individuata nella nota di contestazione all’Amministratore
Unico di Riberambiente la mancata presentazione del piano finanziario
2019, si chiede di sapere perché la stessa contestazione non sia stata mai,
negli anni precedenti, notificata da parte della stessa Amministrazione che
ha contestato la presunta irregolarità all’Arch. Lo Brutto, al precedente
gestore della raccolta dei rifiuti, la SOGEIR S.p.A., che pur avendo l’obbligo
di presentare entro il 31 ottobre di ogni anno, come previsto dal contratto di
servizio, il piano finanziario per l’anno successivo, non ha mai rispettato
questa norma contrattuale.

Cordialmente
Fabio D’Azzo
Rossella Failla
Margherita Farruggia
Emanuele Li Voti
Claudia Lupo
Federica Mule’
Giuseppe Tramuta