Eraclea Minoa: Manca il Via per il progetto di 4 mln contro l’erosione marina

608

Manca il Via, il decreto di valutazione di impatto ambientale, e 4 milioni di euro sono fermi da oltre 5 mesi per dare il via all’inizio dei lavori del progetto contro l’erosione marina di Eraclea Minoa. La denuncia è dei deputati nazionali di 5 Stelle Chiazzese e Sodano che accusano la Regione di rimbalzi burocratici, lentezza amministrativa e giochi a scaricabarie. “Il presidente Musumeci ad oggi è rimasto immobile di fronte al disastro della spiaggia di Eraclea Minoa, che sta scomparendo metro dopo metro sotto l’effetto dell’erosione del mare. A partire dagli anni ‘80 la spiaggia è arretrata di 150 metri e il boschetto di 50 metri. Il luogo meraviglioso, di grande interesse naturalistico e turistico, tra poco sarà solo un ricordo”. Sono le parole del deputato regionale del Movimento 5 Stelle Trizzino che ha presentato un’interrogazione urgente all’Ars. Anche il deputato regionale Di Caro ha parlato di “5 mesi di perdita inutile di tempo”.

Scrive ancora Trizzino: “A causa dell’incuria della politica, anche l’ultimo tratto del litorale di sabbia dorata già non esiste più, mentre cadono uno dopo l’altro, aggrediti dalle onde, gli alberi della splendida pineta che si affaccia sul mare. Da anni i villeggianti e i tanti turisti assistono sgomenti a queste tristissime scene. Oltre agli evidenti danni di carattere ambientale, è fortemente compromessa l’economia del luogo. Inevitabile la chiusura di alcune attività commerciali, divenute inaccessibili a causa dei danni causati dal mare. Nemmeno un escavatore è entrato in azione. Al progetto manca ancora la Via. Non si può più attendere. Apprendo da Fabio Galluzzo, presidente di Marevivo, che negli ultimi tre giorni sono caduti oltre 30 alberi”.