Ribera: Concluso il concorso fotografico di Intercultura. Vincono gli studenti di Venezuela, Polonia e Danimarca

376

Si è conclusa venerdi 5 la 7° edizione della Maratona Fotografica Al centro del Mediterraneo, una dimensione fantastica nelle tue foto” presso l’IISS Crispi di Ribera, alla presenza di studenti e famiglie. Una giuria, formata dai giornalisti Enzo Minio, Totò Castelli, Lina Amari ed Emanuela Minio ha scelto le foto più interessanti scattate durante la settimana da quattordici ragazzi stranieri. il Sindaco di Ribera, dott. Pace e la Dirigente Scolastica del Crispi, dott.ssa Triolo hanno premiato i tre vincitori con un piatto commemorativo di un ceramista di Sciacca. . Hanno vinto il concorso Eugenia Isabella Marquina Serrano (Venezuela), primo posto, Aleksandra Ola Budzyn (Polonia), seconda, e Thora Tuesen (Danimarca), terza.

Si è rinnovato così anche quest’anno uno degli appuntamenti più attesi da molti studenti e famiglie delle scuole superiori di secondo grado di Sciacca e Ribera: la “Settimana di scambio” intitolata “Al centro del Mediterraneo, una dimensione fantastica nelle tue foto”, organizzata dai volontari del Centro Locale di Intercultura di Sciacca per permettere a chi lo desidera di aprire la propria porta di casa al mondo per un breve periodo di tempo, Otto studenti stranieri di altrettante nazionalità che stanno trascorrendo un anno di studio e di vita con Intercultura in una diversa parte dell’Italia, ospitati su base volontaria da una famiglia locale e che frequentano una scuola pubblica, così come un qualsiasi adolescente, sono stati accolti calorosamente da otto famiglie di Sciacca e di Ribera.
La bolivania Mariana Lucia Munoz Guzman proveniente dal Centro Locale di Arezzo è stata ospitata dai Piazza, Thora Tuesen danese di Conegliano dagli Scandaglia, Aleksandra Budzyn, polacca, da Lovario, presso i signori Cipolllina, e per finire Yasuko Yamamoto, giapponese dai Cucchiara, tutte famiglie di Sciacca.
A Ribera i signori Macaluso hanno ospitato Vania Yanira Mill’an Espejo cilena proveniente da Pescia, i Vaccaro la portoghese Cecilia Henriquez da Sanremo, i Mascarella la groenlandese da Reggio E Arnarissoq Johansen ed i Fasulo l’indonesiano Mohammad Abdul Ghoffar da Vicenza.


Loro guide entusiaste durante la settimana sono stati i loro sei coetanei stranieri che stanno trascorrendo un anno scolastico nella nostra zona, la tailandese Achiraya Papkin, per tutti Nadia ospitata dai Barrovecchio , il dominicano Enyer (Angelo) Grey Severino dai Distefano, Boyana Zivalievic serba dai Giglietta Maurici e la venezuelana Eugenia Isabella Marquina Serrano dagli Abbruzzo tutti a Ribera. A Sciacca Alonso Lopez Figueroa, cileno è ospitato dai Cucchiara e Keireny (Kei) Cuevas Marte, dominicana, a Montevago dai Russo.
Una parte importante della Settimana di Scambio è stata dedicata agli incontri organizzati dalle scuole del territorio, il liceo classico Fazello di Sciacca e l’IIS Crispi di Ribera, che dimostrano di essere sempre in prima linea nel desiderio di proseguire a lunghi passi nel processo di internazionalizzazione, offrendo ai propri studenti la possibilità di conoscere un condensato di culture diverse e di riflettere sull’importante tema delle competenze per una cultura della democrazia. Comune denominatore di questi appuntamenti, oltre alla conoscenza e al confronto con gli studenti provenienti da altre parti del mondo, sono state le attività di educazione interculturale in cui i ragazzi delle classi italiane, interagendo con i giovani ospiti, hanno riflettuto su tematiche globali legate alla sfera dei valori, degli atteggiamenti, delle abilità e delle conoscenze e comprensioni critiche di se stessi, delle proprie e delle altre culture, del mondo.


La Settimana di scambio consente inoltre agli otto giovani, che sono qui doppiamente ambasciatori – del loro Paese natio e della città italiana che li sta ospitando – di conoscere un nuovo volto dell’Italia, un Paese così poliedrico nella cultura, usi, costumi, paesaggi, gastronomia, proposte artistiche da renderlo veramente unico,
E questo anche attraverso visite del territorio. Una visita alla Valle dei templi di Agrigento, è stata guidata dalle classe iII e IV del Corso Turistico del Crispi di Ribera. inoltre, i quattordici ragazzi del mondo con alcuni fratelli ospitanti di Sciacca hanno visitato il Teatro Massimo e percorso un itinerario arabo normanno tra il Duomo di Monreale e la cappella Palatina, incontro fruttuoso tra mondi diversi, le culture romanica, bizantina, araba e normanna.
Tuttti hanno particolarmente apprezzato la passeggiata per le strade di Sciacca, alla scoperta di attività economiche, monumenti e impianto urbanistico e di un laboratorio di ceramiche locali. A Ribera dopo una escursione al Castello di Poggio Diana. hanno assaporato gli ottimi prodotti bio dell’azienda del dott. Paolo Ganduscio a Verdura, mandarini , arance e spremute.
Il Centro Locale di Sciacca di Intercultura propone, inoltre, in questo periodo alle famiglie del territorio di accogliere un ragazzo straniero per un anno o un semestre per il prossimo anno scolastico.
L’Associazione Intercultura Onlus (www.intercultura.it), fondata nel 1955, è un ente morale, posto sotto la tutela del Ministero degli Affari Esteri. L’Associazione promuove e finanzia programmi scolastici internazionali: ogni anno più di 2.200 studenti delle scuole superiori italiane trascorrono un periodo di studio all’estero e vengono accolti nel nostro Paese quasi 1.000 ragazzi da tutto il mondo che scelgono di arricchirsi culturalmente trascorrendo un periodo di vita nelle nostre famiglie e nelle nostre scuole.