Agrigento: Oggi Lia Rocco e il suo Universo al Circolo Empedocleo

267

Ritorna al teatro la grande Lia Rocco. E vi ritorna cogliendo la formula fortunata del Teatro da Camera nella terza stagione teatrale felicemente avviata. Venerdì nella saletta teatro del circolo culturale “Empedocleo” alle ore 18 e 15 salirà sulla pedana scenica con la sua immancabile “valigetta” colma di memorie, sentimenti, passioni. Lia Rocco presenterà “La fine dell’alfabeto”, con il suo “Universo”, dove la dimensione coinvolgente è l’Amore: amore interpersonale, filiale, materno, amore per l’umanità.
“Si tratta di una lezione di teatro – afferma Mario Gaziano – con intento fortemente didascalico, ma drammaturgicamente evoluto e proposto attraverso fili connessi e interconnessi di parole, gesti e partecipazioni emotive”.
E tutto corre sui binari dell’essenzialità per ritrovare le dimensioni dell’amore attraverso le parole emozionanti di Auden “….Pensavo che l’amore fosse eterno/e avevo torto”, di Alda Merini “…paura delle tue mani/calamite leggere”,o attraverso la universalità di Anne Blixen “….So che mi porti nella luce/e che in te dimorano la vita e il giorno”, con l’introspettiva Greco “….Non sei stato crudele/non sei stato mai crudele,tu/crudele sono io/con me stessa” e vorticosa nella eternità di Emily Dickinson “….se fossi certa ,che finita questa vita/io e te vivremo ancora/come una buccia la butterei lontano/e accetterei l’eternità all’ istante”.
Lo spettacolo culturale è una proposta scenica intensa, come intensa è l’anima di Lia Rocco. Sentimenti, passioni e Amore, sottolineati anche dalla recitazione di accompagnamento di Rosa Maria Montalbano, Francesco Naccari, Giandomenico Vivacqua ,dai canti struggenti di Antonio Zarcone e dalla raffinata musica del maestro Angelo Sanfilippo, con la direzione artistica di Mario Gaziano e Giuseppe Adamo. E’ il teatro del cuore e dell’anima. L’ingresso è libero per soci e per appassionati di teatro.