Bivona: Riaperta la strada provinciale 34 tra monti e mare, tra Calamonaci e Bivona

383

Finalmente dopo diversi anni di chiusura al transito veicolare, è stata riapertura nei giorni scorsi la strada di interesse provinciale che collega il territorio montano e la fascia del litorale nel settore occidentale della provincia. Si tratta dell’arteria di collegamento tra Bivona, ai piedi dei Monti Sicani, e Calamonaci e Ribera, poste sulla strada statale 386. E’ la strada n. 34 dell’ex Provincia Regionale di Agrigento, oggi Libero Consorzio Comunale di Agrigento, che è tornata fruibile al traffico veicolare grazie ad alcuni lavori di riparazione del tracciato viario che era diventato intransitabile per la presenza di frane, smottamenti di terreno, asfalto scucito, cunette inesistenti, segnaletica molto precaria, bubboni e buche che hanno consigliato la chiusura della provinciale per evitare pericoli per l’incolumità pubblica.
Oggi tanti cittadini ed automobilisti sono tornati a percorrere l’arteria, dal tracciato pur sempre complesso e con tante curve e saliscendi, compresa tra Bivona e Santo Stefano Quisquina e Calamonaci, Ribera e Sciacca. Per alcuni anni i viaggiatori sono stati costretti a passare, raddoppiando i chilometri e i tempi di percorrenza, da Alessandria della Rocca e Cianciana per raggiungere i paesi della costa. Perfino gli studenti, che da Burgio, Villafranca Sicula e Lucca Sicula dovevano recarsi a Bivona, hanno incontrato difficoltà.