Ribera: Restituiti ai riberesi oggetti preziosi e banconote per ben 70 mila euro, frutto dei furti della gang dei rumeni

1512

Non avranno creduto alle loro orecchie due cittadini riberesi quando i carabinieri sono passati dalle loro abitazioni e hanno chiesto loro di passare dal comando della tenenza, in via Bellini, per ritirare banconote per ben 70 mila euro. Sembrava una notizia inverosimile, ma se veniva data dall’Arma aveva la sua fondatezza. Quando un’anziana pensionata e un agrumicoltore si sono presentati davanti al tenente Fabio Proietti e si sono visti contare sulla scrivania, la prima 40 mila euro e il secondo 30 mila, hanno creduto finalmente di aver recuperato i loro averi oggetto di furto.
Circa un anno fa’ una gang di nazionalità romena imperversava in città e sul territorio, visitando villette e abitazioni, anche con i proprietari in casa, e depredava di tutto, dagli oggetti in oro a somme di denaro. La loro individuazione, grazie alle meticolose indagini dell’Arma hanno portato all’arresto di alcuni malviventi di nazionalità romena che operavano in combutta con alcune badanti della stessa nazionalità. Subito processo e condanna per i malviventi che tenevano in casa refurtiva e denaro.
E’ iniziata l’identificazione degli oggetti preziosi rubati e delle somme di denaro prelevate ed è stata avviata l’operazione di restituzione dei beni ai proprietari che allora avevano presentato le denunce. Tanti i preziosi, soprattutto in oro, consegnati a diverse famiglie. La sorpresa isperata è stata la restituzione dei 70 mila euro perché il denaro si volatizza facilmente nelle mani dei ladri.