Ribera : Ezio Noto presenta due importanti eventi per le scuole siciliane

373

Sarà presentata in anteprima il 15 febbraio alle ore 9,00 al Teatro San Francesco per le scuole di Favara, la canzone di Ezio Noto dedicata all’eroe antifascista, allora capo dell’ufficio anagrafe di Varese, che ha salvato dai campi di concentramento nazisti centinaia di persone. Il Centro Studi e Ricerca “Calogero Marrone” l’Anpi, Medinova, gli istituti scolastici, ricorderanno l’eroe favarese a 74 anni dal suo assassinio, avvenuto nel terribile campo di concentramento di Dachau il 15 febbraio 1945. Nella mattinata previsto l’intervento di Rosario Manganella Presidente del Centro Studi e Ricerca “Calogero Marrone”, degli altri organizzatori, e la messa in scena da parte dei ragazzi delle scuole di Favara che hanno partecipato ad un laboratorio teatrale guidato da Franco Bruno, di uno spettacolo che racconta la vita di Marrone. Ezio Noto eseguirà dal vivo la canzone che si intitola semplicemente con il nome e cognome dell’eroe siciliano, accompagnato al piano dal maestro Graziano Mossuto che curerà la produzione artistica del brano.


Un grande concerto a Palermo, al Teatro Politeana, per gli Amici della Musica, alle ore 11 per le scuole il 18 febbraio prossimo. Ezio Noto con Mauro Cottone (violoncello), Eleonora Tabbì (voce), Valeria Cimò (voce e tamburi a cornice), Totò Randazzo (basso), Roberto Ligammari (batteria), Pino Tortorici (fisarmonica), Libero Reina (chitarra e voce), Francesco Barbata (suono e computer) proporranno un viaggio sonoro in siciliano che parte dalla tradizione per arrivare al contemporaneo dei dischi “L’opera dei Pupi” e “Disìu” importanti lavori in siciliano di cui Ezio Noto è autore di testi e musiche. “Sarà meraviglioso portare la nostra musica per una associazione e in un luogo così importante per la cultura siciliana e proporla ai bambini, i ragazzi, ai loro dirigenti e professori e al pubblico presente. Sapere che sarà pienissimo il Teatro e che parteciperanno anche gli alunni della scuola del mio paese, Caltabellotta, mi emoziona molto”.