Caltabellotta: Il sindaco Segreto si ricandida

534

Il sindaco uscente Paolo Luciano Segreto, l’indomani della pubblicazione della data delle elezioni amministrative fissate al 28 aprile prossimo, ha annunciato che quasi certamente si ricandiderà per il secondo mandato con la lista e la squadra con cui ha vinto le elezioni e ha amministrato in questi 5 anni. “Al 90 per cento penso di continuare il mio impegno per Caltabellotta – ci dice il primo cittadino – assieme a tanti collaboratori che in questo quinquennio hanno lavorato spassionatamente per la città. I frutti, e i lavori ancora in corso, sono sotto gli occhi di tutti”.
Il sindaco fa riferimento ai corposi finanziamenti ottenuti per l’eremo di San Pellegrino con la strada di collegamento, per le scuole di Sant’Agostino e De Amicis, per il palazzo comunale, per il costone roccioso di San Pellegrino, per la strada provinciale e per il ponte sulla Sciacca-Caltabellotta-San Carlo e sull’arteria “Cuttonaro-Lavanghe” che porta ai pozzi delle sorgenti del “Favara” di Burgio, in unaa spesa complessiva di oltre 10 milioni di euro.
Paolo Luciano Segreto è stato eletto sindaco il 25 maggio 2014, con la lista civica ”Liberamente Segreto Sindaco”, ha riportato 1127 voti, con il 60,53 per cento dei suffragi, battendo l’avversario Biagio Marciante che ha avuto 735 preferenze e il 39,47 di percentuale. Sostituiva l’uscente Lillo Pumilia, non ricandidabile perché sindaco di due legislature.
Uno dei problemi che la nuova amministrazione civica dovrà affrontare subito sarà quello della stabilizzazione dei 24 lavoratori precari in servizio presso il Comune per i quali l’iter amministrativo e giuridico è stato già avviato nelle settimane scorse.