Villafranca Sicula: 7 sindaci chiedono incontro al presidente della Regione

433

Ben sette sindaci del comprensorio agricolo ed irriguo di Ribera, dopo un vertice tenutosi al palazzo comunale di Villafranca Sicula, hanno chiesto con urgenza un incontro con il presidente della Regione Siciliana Musumeci per fare fronte ai gravi danni arrecati al territorio dall’alluvione del 2-3 novembre scorso. Si sono riuniti gli amministratori, sindaci ed assessori, dei comuni di Burgio, Calamonaci, Caltabellotta, Lucca Sicula, Ribera, Sciacca e Villafranca Sicula, rispettivamente Matinella, Spinelli, Sala, Dazzo, Aquè, Valenti e Balsamo, per discutere della grave situazione in cui versa il comparto agricolo del comprensorio a causa dei danni e dell’aumento del canone irriguo che, per il sotteso, è quadruplicato in tre anni, passando dai 20 agli 85 euro ad ettaro.
Gli amministratori comunali unanimemente hanno convenuto di agire in maniera unitaria ed efficace per ottenere interventi immediati dal governo regionale volti a mitigare il rischio idrogeologico nonché in materia di costo dell’acqua per usi irrigui, alla sospensione dei ruoli emessi dal Consorzio di Bonifica Agrigento 3, al ristoro economico dei danni causati dalle ultime avversità atmosferiche.
“La prima iniziativa assunta – ci dice al telefono la sindaca di Sciacca Francesca Valenti – è quella di incontrare già la prossima settimana, se ci riceverà per una data disponibile, il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci che nell’incontro di Ribera a novembre aveva annunciato la disponibilità del governo per interventi urgenti idrogeologici nei fiumi e nei torrenti che in tutto il territorio, dalla costa alla collina, sono straripati con danni alle colture e alle aziende”.