Ribera: Il comune approva la risoluzione contrattuale con Girgenti Acque

360

Il comune di Ribera approva la risoluzione contrattuale con Girgenti Acque e invia comunicazione al presidente e al consiglio direttivo dell’Ati AG 9. L’avvio del procedimento di risoluzione del contratto con il gestore Girgenti Acque, votato dall’assemblea dell’Ati all’unanimità, secondo l’amministrazione civica riberese costituisce una risposta dei sindaci alle aspettative dei cittadini che hanno invocato da tempo la chiusura di una gestione ritenuta inefficace ed economicamente vessatoria.
“Ritengo necessario ed improcrastinabile – scrive il sindaco di Ribera Carmelo Pace – che la presidenza e il consiglio direttivo dell’Ati idrico avviino, nel minor tempo possibile, lo studio della problematica al fine di porre in essere e sottoporre all’assemblea un progetto di gestione futuro del servizio idrico integrato che possa assicurare la prosecuzione dell’attività di erogazione idrica e di gestione delle acque reflue, nel rispetto delle esigenze dei comuni e della disciplina normativa, coinvolgendo gli organi regionali competenti”.
La nota fa riferimento pure all’assenza nei comuni di un minimo di organizzazione amministrativa per un servizio che alcuni enti, provenienti dalle gestione Eas, non hanno mai gestito, mentre altri dal 2008 non lo hanno più gestito per cui non esiste più alcuna organizzazione tecnica, né personale idoneo, transitato e ricollocato in altri servizi comunali. Urge scongiurare i disservizi e i problemi igienico-sanitari, la cui salvaguardia è affidata alla responsabilità dei sindaci.