Cianciana: Al convegno nazionale di Europassion 32 associazioni da tutta Italia

159

L’ associazione la Settimana Santa di Cianciana ha promosso la “XIV Assemblea Nazionale di Europassione per l’Italia” ed il convegno nazionale “Le Sacre Rappresentazioni: Patrimonio Immateriale dell’UNESCO” che saranno organizzati, con la collaborazione del comune di Cianciana, cittadina molto conosciuta ed apprezzata per le sacre rappresentazioni.Da oggi a domenica si incontreranno le delegazioni delle 32 associazioni di ben 16 regioni d’Italia.
Il programma prevede oggi l’arrivo dei delegati e l’accoglienza presso l’oratorio don Gerlando Re e domani alle 11,30, l’apertura dei lavori dell’assemblea nell’auditorium Falcone-Borsellino del centro sociale con il tema”La rete delle Passioni di Cristo in Europa e progetto di salvaguardia del patrimonio culturale immateriale”, con gli interventi di tutte le delegazioni nazionali.
Interverranno: il sindaco Francesco Martorana, Flavio Sialino, presidente di Europassione per l’Italia, Leandro Ventura, direttore Servizio VI Ministero Beni e Attività Culturali, Francesco De Melis, antropologo ed etnomusicologo Università La Sapienza Roma, Antonino La Spina, presidente nazionale UNPLI,Natale Giordano, direttore ufficio ICCN Regione per l’Europa, Paolo Patanè, direttore del coordinamento comuni Unesco Sicilia, Paolo Savatteri, presidente provinciale Pro Loco Unpli, Giuseppe Pontillo, direttore dell’ufficio diocesano Beni Culturali, Patrizia Nardi, esperta in candidature del patrimonio culturale immateriale, responsabile tecnico-scientifico del progetto UNESCO per la rete delle “Passioni di Cristo” e Vito Maria Rosario D’Adamo, capo della segreteria di Stato della senatrice Lucia Borgonzoni.
“Europassione per l’Italia – ci dice Gerlando Dangelo, presidente della Settimana Santa di Cianciana – ha per comune denominatore la rappresentazione dei riti viventi della Passione di Cristo e vuole creare e sviluppare rapporti culturali, filantropici tra gli associati e realizzare attività in campo storico, culturale, religioso e turistico”.