Ribera: Ieri il presidente Musumeci e l’assessore Tusa in città per ricordare Crispi

397

Il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci e l’assessore regionale Sebastiano Tusa hanno presenziato ieri mattina al palazzo comunale alla cerimonia per ricordare il bicentenario della nascita dello statista riberese Francesco Crispi, nato a Ribera il 4 ottobre del 1818. “Rileggiamo Crispi a 200 anni dalla nascita” è stato il titolo della manifestazione promossa dal Comune di Ribera, in collaborazione con diverse istituzioni provinciali, regionali e nazionali.
Alle ore 9 si è svolta l’accoglienza in piazza Giovanni XXIII degli studenti delle scuole superiori riberesi che hanno presentato un lavoro didattico sullo statista. Alle 10, nella sala consiliare “Frenna” sono cominciati i lavori di commemorazione con i saluti istituzionali del sindaco di Ribera Carmelo Pace, dell’ assessore regionale Sebastiano Tusa e del presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci.
Interessanti gli interventi dei professori Marcello Saija e Francesco Bonini e del nipote dello statista Guido Palamenghi Crispi. Le conclusioni della giornata di studi sono state affidate al presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci che ha ricordato la figura controversa di Crispi che deve essere ancora approfondita e studiata, frutto della storia dell’ ‘800, del Risorgimento e dell’impegno dello statista come ministro dell’Interno e presidente del Consiglio, riferen.dosi ai Fasci dei Lavoratori Siciliani e alle tante leggi che portano la sua firma.
“Politico passato dalla Repubblica di Mazzini a monarchico convinto – ha detto il presidente – artefice dell’Unità d’Italia, Capo del Governo e siciliano vero”
In piazza si è svolto il concerto degli studenti dell’Istituto Superiore di Studi Musicali Toscanini di Ribera. Una targa commemorativa è stata posta sul monumento a Crispi in piazza Giovanni XXIII. Presenti il prefetto Caputo, il questore Auriemma e il colonnello dei carabinieri Pellegrino.