Montallegro: Il comune chiude i tombini stradali dell’acqua piovana e provoca le lamentele delle famiglie

1400

Il comune di Montallegro chiude alcuni tombini dell’acqua piovana in via Trapani e suscita lamentele e proteste di alcune famiglie che temono nella stagione invernale, con l’arrivo delle precipitazioni atmosferiche, un eventuale allagamento delle abitazioni perché l’arteria non ha altri sblocchi. Pare che le caditoie siano state riempite di pietrisco per cui l’acqua piovana defluirebbe molto lentamente con il rischio che possa entrare nelle case.
E’ questo il senso di un esposto denuncia che un cittadino montallegrese, con l’abitazione a pochi metri, ha presentato in questi giorni al sindaco, a Girgenti Acque, alla protezione civile provinciale, ai carabinieri e alla Procura della Repubblica di Agrigento, evidenziando eventuali danni che le abitazioni potrebbero subire in presenza di un allagamento
Già in passato, la via Trapani, che non ha uscite, in quanto dall’altra parte viaggia la strada statale 115, ha fatto registrare un grave allagamento che sarebbe stato maggiore e più oneroso se un cittadino con una pala meccanica non avesse abbattuto il muro finale per fare defluire altrove l’acqua piovana. Una prima richiesta di intervento da parte del comune era stata richiesta dagli interessati il 10 settembre scorso. I ricorrenti chiedono all’ente locale di ripristinare al più presto i tombini con l’asportazione del pietrisco che è stato posto dentro la caditoia per rendere funzionale la fuoriuscita dell’acqua piovana.