Ribera : Fiume Sosio-Verdura, i sindaci devono presentare un progetto di sistemazione idraulica

1384

Saranno i sindaci del bacino imbrifero della valle del fiume Sosio-Verdura a presentare alla Regione Siciliana la richiesta di sistemazione del corso d’acqua, la sottoscrizione del contratto di fiume, la presentazione di un apposito progetto e la costituzione della autorità di bacino.
Questo è quanto venuto fuori ieri mattina a Palermo all’assessorato regionale all’Agricoltura dove si sono incontrati l’assessore Cordaro, il dirigente Guadagnino e gli assessori comunali all’Agricoltura Aque’ e Turrisi rispettivamente di Ribera e di Burgio, con il responsabile della protezione civile di Villafranca Sicula Girgenti.
È stato concordato che in settima sarà convocata una riunione urgente di amministratori comunali di quei paesi i cui territori si affacciano, dalla sorgente alla foce del fiume, sulla vallata del Sosio-Verdura. Si tratta dei centri agrigentini di Ribera, Sciacca, Caltabellotta, Calamonaci, Villafranca Sicula, Burgio e delle cittadine palermitane di Chiusa Sclafani e Palazzo Adriano. I sindaci dovranno chiedere una manutenzione ordinaria ed urgente dell’alveo del fiume da presentare anche all’assessorato Territorio e Ambiente e allo Sviluppo Rurale, dovranno sottoscrivere un contratto di fiume, come avviene per altri corsi d’acqua in Italia, per attingere ai finanzianenti europei con le varie misure, tramite le associazioni di scopo.
Il progetto per la sistemazione del fiume è fondamentale per la programmazione della Regione Siciliana che deve utilizzare i possibili fondi regionali, statali ed europei.
Serve infine la costituzione dell’autorità di bacino che deve avere competenza specifica su tutta l’area del bacino imbrifero del Sosio-Verdura. La prossima riunione degli amministratori comunali si dovrà svolgere in settimana tra Ribera e Burgio.