Santo Stefano Quisquina: E’ arrivato il commissario per approvare il conto consuntivo 2017

337

Al palazzo comunale si è insediato il commissario regionale, Domenico Mastrolembo Ventura, nominato dall’assessorato alle Autonomie Locali, per l’approvazione del bilancio consuntivo dell’esercizio finanziario 2017. Il comune, diretto sindaco Francesco Cacciatore (nella foto), è stato inadempiente perché il bilancio consuntivo avrebbe dovuto essere approvato entro il 30 aprile 2018. Lo sostengono i consiglieri dell’opposizione “La via delle rondini” i quali precisano come l’ente locale stefanese sia ancora inadempiente e che le precisazioni del sindaco Cacciatore pare facciano riferimento all’approvazione del bilancio di previsione 2018, esitato positivamente nel marzo scorso.
Tanto è vero che la minoranza consiliare rende noto che in data 10 settembre è avvenuto l’insediamento del commissario Mastrolembo Ventura, nominato il 25 luglio scorso a causa della mancata presentazione del documento con cui la giunta municipale ha l’obbligo di rendicontare e certificare le spese e le entrate effettivamente sostenute e introitate.
Nella nota dell’opposizione si legge che “in occasione del prossimo consiglio comunale convocato dal commissario, il gruppo de “La via delle rondini” chiederà chiarimenti circa la mancata trasparenza nell’approvazione dei bilanci, non essendo inoltre comprensibile la “ratio” che ha portato la giunta all’approvazione del bilancio preventivo. La legge dispone che al bilancio di previsione vengano allegati documenti utili alla programmazione dei limiti di spesa complessivi per l’amministrazione nel lungo termine. Ci si chiede come si possano fare previsioni sulle spese future senza rendicontare e certificare le spese e le entrate effettivamente sostenute e introitate”.