Ribera: Due giovani ventenni segnalati per droga, un sessantenne arrestato per incendio colposo

690

Quella dei carabinieri in questi ultimi mesi è diventata una vera e propria battaglia, quasi quotidiana, per combattere il consumo e lo spaccio di sostanze stupefacenti ad opera soprattutto di tanti giovani. I militari della tenenza di Ribera hanno segnalato alla prefettura di Agrigento due giovani ventenni che sono stati trovati, in distinte operazioni di controllo della città e del territorio, in possesso di modeste quantità di marijuana e di hashish.
La droga, molto probabilmente per uso personale, dato che non ci sarebbe il reato di spaccio, è stata rinvenuta addosso ad un giovane e all’interno della sua autovettura per un altro riberese. I due sono stati beccati in due distinti controlli dei carabinieri all’interno del tessuto urbano della città. Come previsto dalla legge, ai due assuntori sono state ritirate le patenti di guida ed è scattata la segnalazione al prefetto.
Si tratta dell’ennesimo controllo dei carabinieri che ogni fine settimana porta alla individuazione soprattutto di giovani locali che vengono denunciati per possesso e per spaccio di sostanze stupefacenti. E’ sorprendente che si tratta di giovani incensurati, studenti o disoccupati, i quali vengono trovati con le mani nel sacco. Rispetto ai primi mesi di quest’anno si registra la novità che a mettere in giro la droga nella cittadina non sono più i maghrebini, denunciati e arrestati, ma i giovani riberesi.
I carabinieri, inoltre, hanno tratto in arresto un cittadino riberese di mezza età e lo hanno posto agli arresti domiciliari presso la sua abitazione perché deve scontare un anno di carcere per incendio colposo ad un capannone del territorio, in quanto oggetto di sentenza definitiva di condanna del tribunale.