Ad Eraclea il concorso di Marevivo, dai rifiuti alle opere d’arte

211

Dai rifiuti presenti sul litorale tra Bovo Marina, Eraclea Minoa e Borgo Bonsignore e alla foce del fiume Platani ecco per il secondo anno consecutivo il concorso ideato dall’associazione ambientalista Marevivo che, diretta in Sicilia da Fabio Galluzzo, promuove lo strumento di sensibilizzazione per fronteggiare la grande emergenza del mare: l’inquinamento provocato dall’ abbandono dei rifiuti. Ben 20 giovani siciliani, con diversi africani ospiti delle comunità regionali, stanno prendendo parte alla Trash Art, scelta come arte del recupero di oggetti quotidiani destinati alla discarica ed utilizzata come veicolo di un messaggio su un problema di grandi dimensioni e nel contempo sollecitare l’estro e il talento degli artisti partecipanti per la salvaguardia dell’ambiente naturale.
Sacchi di rifiuti sono stati raccolti nella cornice bellissima del bosco retrostante l’oasi di Marevivo, sulle spiagge di Eraclea Minoa e Bovo Marina e alla foce del Platani dove 20 concorrenti sono venuti a dare il loro contributo e cimentarsi nella Trash Art e nella Land Art. La seconda edizione si concluderà, con la visione delle opere artistiche e con la premiazione il 15 settembre nella sede dell’oasi di Marevivo, cuore pulsante dell’associazione, delle scuole, delle istituzioni regionali siciliane, delle amministrazioni dei comuni vicini.

L’oasi grazie ai giovani operatori e ai volontari di Marevivo, da circa dieci anni, opera per promuovere il senso del rispetto, l’educazione ambientale, per realizzare ricerche scientifiche ed evidenziare le emergenze del territorio.
Questi i giovani partecipanti Marine Litter Art 2: Ivana Ciaccio, Fabrizia Capostagno, Ambra Favetta, Beatrice Di Vita di Sciacca, Silvia Pirrotta, Roberto Romeo, Riccardo Bozzotta, Guglielmo Brancato, Angela Alfano, Chiara Piazza di Palermo, Andrea Gandini e Cristina Aielli di Roma, Marco Cosentino e Andrea Cosentino di Caltanissetta ospiti della comunità Arcobaleno di Sciacca, Fabrizio Ciuffo di Partinico ed Alieu Kassama del Gambia, questi ultimi due ospiti della comunità Arcobaleno di Sciacca, Balde Mourtar del Senegal, Bakary Manneh del Gambia, Zamble Bi Guy Roland della Costa D’Avorio e Conteh del Gambia, tutti ospiti della comunità Centro Sprar Acuarinto di Realmonte. I tutor sono: Tommaso Franchi di Roma, Marco Paolini di Viterbo, Giuseppe La Spada Milano, Giuseppe Sinaguglia di Siculiana e Nicola Spanò di Messina.